Berlino – Decisione senza precedenti della polizia di Amburgo che per frenare i pirati della strada e la forte velocità, ha deciso di lanciare una campagna choc basata su reali immagini di un incidente stradale. La sequenza, registrata nel 2008, si svolge lungo una via di Amburgo e mostra il conducente di una grossa Mercedes nera nell’atto di avvicinarsi ad un incrocio pronto a girare a sinistra. Dalla visuale del guidatore la carreggiata sembra apparentemente libera, anche perché un’altra vettura in direzione opposta è ferma per svoltare a destra e copre parzialmente la visuale. Il conducente decide quindi di girare. Improvvisamente, dalla direzione opposta giunge un motociclista a forte velocità, a quasi 120 chilometri orari, più del doppio consentito su questo tipo di strade cittadine. Il centauro non ha nessuna chance di frenare o schivare la macchina: centra la vettura con violenza e viene catapultato in aria per alcune decine di metri. Infine, l’immagine di lui, gravemente ferito sull’asfalto. L’uomo sulla moto è fortunatamente sopravvissuto allo spaventoso incidente, ma nel 2008 sono stati 4.467 le vittime della strada in Germania. Anche nel nostro paese sono ancora troppi i morti sulle strade. Tuttavia, si registra un calo nelle stragi del sabato sera (periodo “ad alta vocazione infortunistica”): nei primi 3 mesi del 2009 hanno perso la vita sulle nostre strade durante il week-end 263 persone – il 20,3% in meno rispetto allo stesso periodo del 2008. Gli atti di pirateria stradale sono però in crescita: dai recenti dati dell’Asaps, l’Associazione Amici della Polstrada, nel corso di tutto il 2008 si sono registrati 323 episodi, con 93 morti e 331 feriti. (ore 9:00)