Roma – I ricercatori del Fraunhofer Institute for Communication, Information Processing and Ergonomics (FKIE) del Wachtberg in Germania, hanno ideato una sorta di naso bionico Hamlet, che fiuta l’odore di esplosivo e capta i movimenti sospetti delle persone negli aeroporti e indica il colpevole alle guardie. Il prototipo, spiega Wolfgang Koch che ha coordinato i lavori per la sua realizzazione, è stato testato in collaborazione con le forze armate tedesche simulando la ricerca di cinque terroristi.
Hamlet viene nascostom integra nolo fra le mura dei corridoi degli aeroporti, cristalli oscillanti sono posizionati sul chip del sensore , ogni volta che il naso cattura molecole chimiche, la loro oscillazione cambia. La natura di queste variazioni è differente e varia da sostanza a sostanza. Un ulteriore sistema di scanner laser collegato con un altro sensore  permette di rintracciare il cammino dell’esplosivo ed individuare, attraverso complessi algoritmi, gli individui da fermare.
Gli scienziati stanno ora cercando di rifinire gli algoritmi del prototipo per ridurre il rischio di falsi allarmi. (ore 11:02)