Londra – Il Daily Mail ha riportato oggi il risultato di un sondaggio condotto da un gruppo di scienziati tedeschi ed americani, condotto attraverso un ampio arco di tempo in cui hanno regolarmente domandato a 21.000 persone in tutto quanto fossero soddisfatti della loro vita.
Gli intervistati dovevano rispondere indicando un numero su una scala da uno a sette, con sette che rappresenta la felicità assoluta e uno che indica totale insoddisfazione. La media di adolescenti e giovani adulti si è definita felice solo al 5.5. Arrivati a quarant’anni la contentezza generale è scesa ulteriormente, fino ai 46 anni, quando si segnala una ripresa. Secondo i risultati, la vera felicità si raggiunge verso i settantaquattro anni, ma dopo questa età c’è un nuovo declino, dovuto – secondo i ricercatori – al fatto che il benessere delle persone viene ovviamente influenzato dalla presenza di più malattie.
Uno dei ricercatori a capo del progetto ha spiegato che potrebbe essere il pensiero di una morte incombente che abbassa le pretese delle persone più anziane, e le rende più soddisfatte della vita. (ore 12:00)