Firenze – Dopo la musica, la fotografia, la pittura e la moda, la filiale fiorentina del Gruppo Volkswagen – che si è confermata con tutti i suoi marchi presenza attenta e organicamente inserita nel tessuto sociale e culturale della città – si appresta a far entrare nei propri showroom anche il teatro.
Padrona di casa, questa volta, è Volkswagen Firenze, che ha deciso di supportare un gruppo di giovani artisti per far nascere da quello che era uno storico cinema per ragazzi degli anni Settanta nella zona sud di Firenze, uno spazio funzionale e accogliente votato alle arti sceniche: il nuovo teatro Lumière.
Completamente ristrutturata, con un palcoscenico nuovo di zecca, locali accoglienti per artisti e pubblico (198 i posti a sedere), questa vecchia gloria del quartiere Gavinana-Viale Europa – dove tra l’altro Volkswagen Firenze ha una propria sede – è pronta dunque ad ospitare eventi di primaria importanza e nomi noti dello spettacolo nazionale.    
La prima stagione si inaugurerà nel mese di novembre e alcune delle opere in cartellone saranno presentate, in anteprima e in versione ridotta, anche negli showroom fiorentini della casa automobilistica tedesca.  (ore 10:00)