Tutta Europa nella morsa del freddo

Tutta Europa nella morsa del freddo

0 7

Parigi – L’ondata di gelo e neve che ha colpito l’Europa sta paralizzando i trasporti di molti Paesi, non solo al Nord ma anche al Sud, come Spagna e Portogallo. In Germania la temperatura ha toccato in molte zone -18 gradi, obbligando l’aeroporto di Francoforte alla cancellazione di numerosi voli per il terzo giorno consecutivo. In Francia 17 dipartimenti sono stati messi in stato di allerta e i trasporti sono andati in tilt. Bloccate dalla neve molte strade e il 20% dei treni ad alta velocità tra Parigi e il sud-est del Paese sono rimasti fermi. La regione di Rhone-Alpes è stata completamente bloccata dalle nevicate che hanno ricoperto molte città con una coltre di 20-30 cm di neve. E temperature intorno ai -20 gradi sono state registrate in Borgogna e Auvernia. In molti dipartimenti inoltre è stato impedito il traffico dei mezzi pesanti, per un totale di circa 10.000 camion bloccati. All’aeroporto di Lione 116 i voli cancellati. Problemi anche negli aeroporti parigini.
In Svizzera l’aeroporto di Ginevra è rimasto chiuso, con traffico deviato su Zurigo e Lione. Situazione difficile anche nel Regno Unito. A Londra l’aeroporto di Gatwick è stato chiuso ieri notte fino a nuovo avviso, così come lo scalo di Edimburgo dove 1800 veicoli e 3500 persone sono state impiegate per la pulizia delle strade completamente innevate. Incidenti nel traffico si sono registrati in Austria e sei persone sono morte.
Gelo e problemi di trasporti anche in Belgio, mentre in Portogallo sono state chiuse 31 autostrade, e in Spagna soprattutto nelle province di Salamanca e Orense. Le temperature più fredde sono state registrate in Polonia, dove il barometro è sceso a -26 gradi e in Russia dove sono state registrate temperature intorno ai -23 gradi.
In Italia la situazione non è migliore. Nei prossimi giorni ci aspettano pioggia, vento e neve, a causa dell’intensa circolazione depressionaria. Il maltempo di stampo invernale, <<proseguirà per tutta la settimana – dice il metereologo Giuliacci – con altre due giornate piovose (il 2 e 3 dicembre), con temperature rigide al Nord, specie nella giornata di sabato 4 dicembre, quando le temperature massime scenderanno su valori prossimi a zero gradi. E, dulcis in fundo, domenica 5 dicembre tornerà di nuovo probabilmente la neve in pianura su Piemonte e Lombardia, mentre a Venezia l’acqua alta insisterà per 3 giorni consecutivi>>.

Ecco in dettaglio come evolverà il tempo fino a domenica prossima.
Mercoledì 1: piogge su quasi tutta l’Italia, anche di forte intensità sulle regioni centrali. Nevicate su Val d’Aosta, Dolomiti, e anche in pianura su Piemonte, Lombardia.
Giovedì 2: piogge su regioni tirreniche, Calabria, Salento, Sardegna Friuli, Venezia Giulia. Nevicate fino a bassa quota su Alpi centro-orientali.
Venerdì 3: piogge su Levante Ligure, regioni tirreniche, Sardegna, Lombardia, Sicilia occidentale, regioni di Nordest. Neve su Alpi centro-orientali, Friuli, Trevigiano. A fine giorno migliora al Centro-Nord, peggiora al Sud.
Sabato 4: migliora su quasi tutta l’Italia. Forti gelate al mattino su Piemonte e Lombardia; molto freddo su tutto il Nord.
Domenica 5: peggiora sulle regioni di Nord-Ovest. Bel tempo al Centro-Sud. Neve in pianura su Basso Piemonte e Ovest Lombardia. (ore 17:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply