Hong Kong – L’ultima tappa asiatica della Fiaccola olimpica, quella di Hong Kong, prima di arrivare sul territorio continentale cinese, sotto la diretta responsabilità del regime di Pechino, è stata l’ennesima occasione per manifestare a favore del Tibet.
La polizia ha fermato una ventina di persone dopo i tafferugli tra nazionalisti cinesi e attivisti. Arrestata anche una studentessa, la 21enne Christina Chan, che per protesta si era avvolta nella bandiera tibetana. Intanto un gruppo di 50 alpinisti ha lasciato il campo base dell’Everest per portare la torcia olimpica di Pechino 2008 in cima alla montagna più alta del mondo. Si tratta di una prova in vista dell’ascesa vera e propria fino alla vetta, prevista nei prossimi giorni. (ore 11:15)