Trieste – In tempi di scarsa comunicazione mediatica i concorsi di eleganza per automobili erano allestiti con lo stesso spirito delle mostre d’arte. Le sfilate permettevano al pubblico e agli eventuali acquirenti di ammirare la bellezza dello stile e la bravura dei migliori artisti del settore, in gran parte italiani. Pininfarina, Bertone, Zagato, Frua, Vignale, Touring e Ghia hanno caratterizzato quell’epoca d’oro delle auto “speciali”, non ancora condizionate da obiettivi industriali, iniziata verso la fine degli Anni ’20 e  terminata agli albori degli Anni ’70.
Per ritrovare lo spirito di quel vero “Rinascimento” dello stile e per contribuire allo sviluppo della cultura dell’auto, nel week end del 14 e 15 maggio l’Associazione Amatori Veicoli Storici coinvolgerà la città di Trieste in un Concorso di Eleganza che si snoderà tra la celebre Piazza dell’Unità e i giardini del fiabesco Castello di Miramare, con il “Parco Marino” a fare da quinta superlativa. E se il mare della California ha certamente contribuito a fare del Concorso di Pebble Beach l’avvenimento più atteso tutti gli anni, il Golfo di Trieste non sarà da meno nell’arricchire l’eleganza e la seduzione della manifestazione.  In passerella, trenta tra le auto più seducenti della storia, divise in tre categorie secondo gli anni di nascita: dal ’30 al ’40, fino al 1960, per chiudere con il 1970. Per ognuno di questi periodi una giuria di esperti giudicherà quale sia la vettura più bella e quelle al top nelle “sottodivisioni” previste: berline da viaggio, coupé e vetture aperte.
Il presidente dell’Associazione, Vittorio Klun, e i suoi collaboratori, sono impegnati da tempo nella scelta delle trenta “bellissime”. Tra le auto che hanno già passato il primo esame, un paio di Alfa Romeo (2300 8C degli Anni ’30 e la suggestiva 2500 SS “Bertone” premiata nella rassegna di Pebble Beach la scorsa estate), la Lamborghini Miura, la Cisitalia 202, la Jaguar E, una Isotta Fraschini 8B e una americana Stutz del 1929,  rarissima perché arrivata fino a noi perfettamente conservata senza necessità di interventi.
Per Trieste, ricca di storia, tradizioni e di bellezze da visitare, a cominciare dal mare, l’elemento che non è mai stato disunito dalla architettura cittadina, ma decentrata rispetto ai normali flussi turistici, il Concorso d’Eleganza sarà anche l’occasione per uno stimolante rilancio. (ore 18:30)