Londra – A vent’anni dall’inizio della guerra civile in Sierra Leone, Land Rover sostiene la Croce Rossa
nell’aiuto portato alle comunità più colpite, tuttora impegnate nella ripresa, affinché possano costruirsi un futuro migliore.
Le necessità in Sierra Leone sono numerose e urgenti dopo ben undici anni di conflitto che è costato 50.000 vittime, ha devastato intere comunità e ne lasciato altre fisicamente ed emotivamente traumatizzate.
La Land Rover e la Croce Rossa hanno realizzato un breve video per illustrare il lavoro svolto congiuntamente a favore dei più giovani, affinché questi possano ricostruire la propria vita e sperare in un futuro migliore. Il video è stato prodotto con la speranza di invogliare il maggiore numero possibile di persone a contribuire agli aiuti con una donazione indirizzata a www.redcross.org.uk/landrover
I bambini ed i giovani sono stati le maggiori vittime della guerra: in 17.000 hanno dovuto combattere come bambini soldato, quasi tutti giovanissimi, alcuni di appena sei anni. Con il supporto di Land Rover, la Croce Rossa ha lanciato il programma “Child Advocacy and Rehabilitation” (CAR) che offre sostegno ai giovani maggiormente colpiti, aiutandoli a superare il grave trauma subìto ed a reintegrarsi nella società.
Con il programma CAR, la Land Rover e la Croce Rossa offrono a questi giovani un’educazione di
base, terapie di supporto e formazione professionale, assicurando contemporaneamente la loro
accettazione ed il reintegro nella propria comunità. Grazie alla Land Rover, la Croce Rossa è in
grado di gestire cinque centri CAR nel Paese, che forniscono ogni anno assistenza a 12.500 giovani,
ed ha potuto aprire un nuovo centro nel distretto di Moyamba.
Land Rover ha iniziato a sostenere la Croce Rossa della Sierra Leone fin dal 2008, con la donazione di 8 Defender che hanno permesso di raggiungere le comunità più remote e colpite del Paese. Con la nuova partnership del 2010 con la IFRC, Land Rover continua ad offrire un vitale contributo alla Croce Rossa della Sierra Leone, nella sua opera d’assistenza triennale a 85.000 individui vulnerabili.
In aggiunta al CAR, la Land Rover sostiene anche il programma CAPS (Community Animated
Peace Support) che incoraggia le diverse comunità alla collaborazione e ad un collettivo impegno
per la pace, promuovendone il coinvolgimento nella realizzazione d’attività di sviluppo comuni.
L’intervento della Land Rover assicurerà cibo ed acqua potabile ai singoli ed alle comunità della
Sierra Leone, offrendo a giovani e adulti opportunità d’istruzione ed incoraggiando inoltre la
coesione. In soli sei mesi la Croce Rossa ha istituito corsi di agricoltura, ha distribuito alle comunità
sementi, attrezzature e bestiame per aiutarle a procurarsi mezzi sostenibili di sussistenza.
Nell’ambito del programma globale “Raggiungere le popolazioni più vulnerabili della terra”, oltre
al lavoro svolto in Sierra Leone, la Land Rover e La Croce Rossa hanno avviato numerose iniziative
di successo in altre parti del mondo.
Land Rover ha donato alla Mezzaluna Rossa Pakistana sei Defender 110 Station Wagon utilizzati per raggiungere i sopravvissuti della devastante alluvione dello scorso anno, e portare aiuto a migliaia di persone appartenenti alle comunità più colpite e lontane dai soccorsi.
Con una campagna lanciata in Olanda sono stati raccolti 20.000 euro destinati a bimbi affetti da HIV, nel Kwa-zulu Natal, Sud Africa.
Nel Regno Unito la Land Rover ha equipaggiato con defibrillatore i 30 veicoli per il pronto soccorso di emergenza donati nel 2008 alla Croce Rossa britannica.
In Brasile, in occasione delle recenti e devastanti frane ed alluvioni, Land Rover Brasile ha attivato tutti i suoi uomini, i fornitori, i Concessionari ed i clienti, in aiuto della Croce Rossa per far fronte alla tragica calamità. Presso le Concessionarie sono stati allestiti centri di raccolta di cibo e indumenti, successivamente distribuiti, congiuntamente alla Croce Rossa, ai più bisognosi. (ore 12:30)