Roma – Le ultime previsioni stagionali, relative alla situazioni termiche e pluviometriche più probabili che potrebbero verificarsi nella prossima estate emesse dall’Ente nazionale statunitense per gli oceani e l’atmosfera (Noaa), dicono che l’estate 2011 dovrebbe essere per l’Italia un po’ più fresca e piovosa del solito. Sud e isole a parte, dove le temperature dovrebbero essere nella media. <<Bisogna avere cautela perché le previsioni stagionali – spiega Giampiero Maracchi, ordinario di climatologia all’Università di Firenze – hanno un’attendibilità modesta, basandosi su considerazioni di grande scala. Basta un errore di 300 km per cambiare tutto lo scenario>>. Commentando le carte diffuse dalla Noaa, Maracchi aggiunge: <<per l’Italia si prospetta un’alternanza di periodi caldi e periodi piovosi e leggermente più freschi>>.
Non mancheranno quindi le ondate di calore anche se, sottolinea l’esperto, il nucleo caldo tenderà ad attestarsi al di sopra delle Alpi, saltando così l’Italia.
Per quanto riguarda, invece, la primavera in corso <<le minime sono ancora basse e c’é ancora una tendenza all’alternanza. Ma fino al 25 maggio le temperature tenderanno ad aumentare e il tempo sarà abbastanza stabile, a parte qualche passaggio di nuvole sulle Alpi. Sostanzialmente, però, sarà un maggio con il sole>>.
Dalle previsioni Noaa si osserva anche che la prossima estate (e inizio autunno) sarà probabilmente più calda del normale soltanto nell’Europa centro settentrionale, mentre il sud Europa, in particolare Spagna, Italia e penisola balcanica avranno probabilmente temperature inferiori al normale anche in autunno. Quanto alle precipitazioni, l’Europa nord orientale potrebbe essere soggetta a siccità superiore sia in estate sia in autunno, viceversa l’Europa meridionale, Italia compresa, potrebbe avere un’estate piovosa o comunque più piovosa del normale. Una situazione che potrebbe continuare anche per l’inizio dell’autunno e tornare verso la normalità solo in pieno autunno e all’inizio dell’inverno. (ore 17:00)