Bologna – Ducati e i lavoratori hanno firmato uno storico accordo, raggiunto grazie al contributo positivo unitario di tutte le sigle sindacali, che permetterà di guardare con ancora maggiore fiducia al futuro. Ducati prevede di investire 11,5 milioni di euro nei prossimi 5 anni nello Stabilimento di Borgo Panigale per rafforzare e rendere all’avanguardia tecnologica le produzioni di alberi a camme ed alberi motore e consolidare così lo stabilimento Bolognese quale centro mondiale di riferimento per le proprie lavorazioni meccaniche di eccellenza.
I lavoratori, riuniti in assemblea hanno votato ed approvato a larga maggioranza la bozza d’intesa predisposta dalle organizzazioni sindacali regionali e territoriali Fim, Fiom ed Uilm, dalla Rsu Ducati e dall’azienda dando così operatività all’accordo sin dal prossimo 1 ottobre 2014. L’accordo, che comprende anche lavoro domenicale, prevede il passaggio da 15 a 21 turni settimanali organizzati su tre giorni lavorativi più due di riposo e permetterà ai lavoratori di conciliare vita privata e lavoro nonché concretizzare un importante aumento salariale.
L’accordo rappresenta un importante passo storico nei rapporti tra azienda e lavoratori creando le condizioni per gli investimenti futuri e avrà una immediata ricaduta occupazionale con 13 nuovi posti di lavoro specializzati ed a tempo indeterminato nello stabilimento di Borgo Panigale.
Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati, ha commentato: <<L’accordo getta le basi per un’importante aumento di produttività che rende più vantaggiosi gli investimenti e apre la strada a nuovi posti di lavoro. Devo ringraziare i lavoratori e i sindacati per la collaborazione su un accordo che recepisce la necessità di cambiamento, come risposta ad un continuo inasprimento dello scenario competitivo fra le nazioni>>.