Edisonweb sperimenta a Ragusa una rivoluzionaria soluzione per la mobilità urbana

Frontiercities è il programma di accelerazione finanziato dall’Unione Europea per trovare nuove soluzioni ai problemi legati alla mobilità urbana. Seicento i candidati, 28 i “prescelti”. Tra questi, il team catanese di fisici e informatici Edisonweb, selezionato per il suo rivoluzionario algoritmo in grado di creare un nuovo modello di trasporto pubblico.

“Il nostro modello è nato declinando in chiave avveniristica e tecnologicamente avanzata l’archetipo cubano del ‘taxi particular’. Un taxi collettivo che è disponibile a servire più persone contemporaneamente. A questo modello abbiamo applicato la tecnologia MVMANT, acronimo di ‘movement’ (movimento) e ‘ant’ (formica)”, Riccardo D’Angelo, CEO del team.

MVMANT, oltre a fornire un servizio di trasporto condiviso, darà la possibilità tramite smartphone di prenotare il proprio posto a bordo, stimare i tempi di attesa e pagare direttamente dal cellulare. Un servizio di ridesharing che ricorda un po’ Uber, ma a differenza di quest’ultimo perfettamente integrato nel trasporto pubblico, perché in grado di ottimizzare i posti a bordo del veicolo e offrire un servizio proporzionale alla stima della domanda.

Il calcolo predittivo sarà possibile attraverso la valutazione statistica di una serie di variabili: giorno della settimana, stagione, condizioni meteo, eventi in corso, periodi di lavoro/scuola e vacanze. Tutti parametri che possono essere utilizzati per sapere se in un determinato giorno o periodo dell’anno ci sono esigenze e percorsi soggetti a maggior richiesta.

Edisonweb sperimenta a Ragusa una rivoluzionaria soluzione per la mobilità urbana

Il modello MVMANT sarà utilizzato come test pilota per tre settimane a partire dal 18 aprile a Ragusa, con il supporto tecnico di Mercedes Benz-Vans che per la sperimentazione metterà a disposizione l’intera gamma: Sprinter, Vito, Citan e Classe V.

Già altre città, però, si sono dimostrate interessate a testare il modello: Modena, Dubai (che in occasione del test a Ragusa invierà una delegazione per seguirne gli sviluppi) e Berlino, che ha formalmente inviato una richiesta per essere tra i capofila della sperimentazione.

Se siete di Ragusa o di zone limitrofe e vi state chiedendo se fosse mai possibile partecipare alla sperimentazione, a questo link potete ottenere il pass digitale per usufruire gratuitamente del servizio MVMANT e prender parte, anche lasciando un semplice feedbak, alla sperimentazione di Edisonweb.