Eicma 2015. Bmw punta sull’estetica purista con la R nineT Scrambler

La Scrambler di Bmw Motorrad è dotata di tutto ciò che distingue questa tipologia di moto ed è stata creata per gli appassionati che amano il design purista, ridotto all’essenziale. Ma ad Eicma 2015 ci sono anche le nuove G 310 R, F 700 GS 
ed F 800 GS.

DSC_0090

BMW R nineT SCRAMBLER
Una motocicletta che lascia rivivere l’era dei modelli Scrambler in uno stile del tutto particolare. La R nineT Scrambler è dotata di tutto ciò che distingue questa tipologia di moto ed è stata creata per gli appassionati che amano il design purista, ridotto all’essenziale e anticonformista.

Nella
R nineT Scrambler è stato montato il motore boxer dalla cilindrata di 1170 cm3 con raffreddamento aria/olio da 81 kW (110 cv) a 7.750 g/min e coppia massima di 116 Nm a 6.000 g/min. Grazie alla nuova mappatura e al sistema di alimentazione del carburante con filtro a carbone attivo, soddisfa le norme Euro 4.

Analogamente alla R nineT, anche con la nuova Scrambler soddisfa il desiderio di numerosi appassionati di poter modificare la propria moto in base al gusto personale. La gamma degli interventi possibili varia dagli accessori originali fino a componenti da postmontare e accessori costruiti da preparatori di moto come pezzi singoli.

L’affinità con un modello Scrambler classico viene confermata dall’impianto di scarico montato alto, con i due terminali sistemati uno sopra l’altro. I tubi sono stati fissati particolarmente vicino alla moto, così da intensificare ulteriormente il look.

Analogamente alla Roadster R nineT, un aspetto che rende possibile l’elevato livello di personalizzazione è il particolare concetto del telaio. Il telaio in acciaio a doppia trave sviluppato appositamente per la R nineT Scrambler infatti integra il motore boxer come elemento portante ed è composto da una sezione anteriore con cannotto di sterzo integrato e da una sezione posteriore con supporto del braccio oscillante. Il telaio del passeggero è smontabile e consente di viaggiare in due nella
R nineT Scrambler oppure da solo. Due elementi stilistici che non passano inosservati sono il serbatoio in lamiera di acciaio da 17 litri e il coperchio in sottile lamiera d’alluminio a destra sopra il condotto dell’aria di aspirazione con la scritta R nineT incisa.

BMW G 310 R
È la prima Bmw Roadster dalla cilindrata inferiore a 500 cm cubici.
Monocilindrica, peso leggero, dinamica potente, la G 310 R entra in un segmento di cilindrata nuovo per Bmw Motorrad. Disegnata completamente ex novo, si lascia riconoscere a prima vista mostrando un’affinità stilistica con i membri più sportivi della famiglia, come la Bmw S 1000 R.

Il cuore della nuova Bmw G 310 R è un motore monocilindrico da 313 cm3 sviluppato completamente ex novo e raffreddato a liquido, con quattro valvole per cilindro, due alberi a camme in testa e iniezione elettronica del carburante. La cilindrata è il risultato dell’alesaggio di 80 millimetri e della corsa di 62,1 millimetri.

Il propulsore si distingue per il cilindro inclinato indietro in costruzione open-deck e per la testata girata di 180 gradi, così che in direzione di guida il condotto di aspirazione è montato anteriormente. Grazie alla potenza di 
25 kW (34 cv) a 9.500 g/min e alla coppia massima di 28 Nm a 7.500 g/min, il motore si presenta, in combinazione con un peso a vuoto di 158,5 kg, come un partner alquanto dinamico.

Nel tipico stile
 Bmw Motorrad tutti i tasti e comandi sono a portata di mano, assicurando così una presa sicura. In questo contesto è stata dedicata la massima attenzione alla gestione in totale sicurezza, considerando le più differenti anatomie di guidatore.

La ciclistica è composta da un robusto telaio tubolare in acciaio a doppia trave ad alta resistenza torsionale con telaietto posteriore avvitato. La sospensione della ruota anteriore è delegata a una forcella upside-down, mentre la sospensione posteriore è realizzata attraverso un braccio oscillante in alluminio con ammortizzatore ad articolazione diretta. Come tutte le moto Bmw, anche la nuova G 310 R è equipaggiata di serie con ABS.

NUOVE BMW F 700 GS 
E F 800 GS
Da anni i popolari modelli F 700 GS e F 800 GS si distinguono per la loro varietà di utilizzo. Un concetto e due varianti accolte negli ultimi anni con entusiasmo da numerosi appassionati e rivisitati esteticamente per il model year 2016.

Grazie al coperchio del serbatoio disegnato ex novo e alla copertura del blocchetto di avviamento ridisegnata, entrambi i modelli si presentano con un look più fresco e dinamico, mentre elementi dal look metallico nelle cover delle ginocchia (F 700 GS) e nella copertura del radiatore (F 800 GS) con scritta disegnata ex novo e parzialmente incisa creano un’immagine più pregiata.

Le selle ridisegnate completano l’immagine fresca dei due modelli. Per regalare a ogni pilota il divertimento di guida ottimale, ogni modello è disponibile a cinque altezze di seduta, grazie a quattro selle differenti e all’optional abbassamento della ciclistica (optional ex fabbrica). Il risultato è un ampio campo di variazione dell’altezza della sella, da 765 mm a 860 mm (F 700 GS) e da 820 mm a 920 mm (F 800 GS).

In entrambi i modelli la spinta è assicurata dal bicilindrico a quattro valvole per cilindro raffreddato a liquido dalla cilindrata di 798 cm3 con iniezione di carburante e cambio a sei rapporti. Nella F 700 GS eroga una potenza di 55 kW (75 cv) a 7.300 g/min e sviluppa una coppia massima di 77 Nm a 5.300 g/min. Nella F 800 GS sono a disposizione 63 kW (85 cv) a 7.500 g/min e 83 Nm a 5.750 g/min.