Ci sbilanciamo: la novità più interessante di Eicma 2017 è la Yamaha Niken, la prima moto tre ruote al mondo. L’ultimo ritrovato tecnologico della Casa di Iwata è affiancata sullo stand del Salone di Milano dalle altre novità 2018 firmate Yamaha: le sport touring Tracer 900 e Tracer 900 GT, le hyper naked MT-07 ed MT-09 SP, le adventure XT1200ZE Super Ténéré Raid Edition e Ténéré 700 World Raid, prototipo evolutivo del Concept T7.

Svelata da Valentino Rossi durante un evento esclusivo alla vigilia di Eicma, questa avveniristica moto a tre ruote, anticipata pochi giorni fa al Tokyo Motor Show, deve il proprio nome alla parola giapponese la cui trazione in italiano è “due spade”, termine che ha origine nel XVII secolo quando fu inventato lo stile di combattimento con due spade che segno l’inizio di una nuova era nel mondo dei combattimenti.

Nonostante sia diversa dalle solite moto, Yamaha assicura che la Niken sia una moto a tutti gli effetti da guidare proprio come una moto tradizionale. Il “muso” sportivo è caratterizzato da due fari a Led alloggiati nel cupolino aerodinamico. In contrasto con il muscoloso frontale, il codone snello e puntato verso l’alto è arricchito da un porta targa separato. Per ottenere la massima stabilità sia in rettilineo che in curva, per la Yamaha Niken è stato sviluppato un nuovo tipo di telaio ibrido: l’area del trave principale è in acciaio, mentre quella del perno del forcellone è in alluminio; il telaio principale che collega le parti è invece costituito da tubi d’acciaio.

Nuovo anche il forcellone in alluminio da 552 mm, più lungo di 15 mm rispetto a quello della MT-09. L’angolo di piega massimo è di 45°, un risultato reso possibile dall’adozione di un meccanismo di sterzo Ackermann accoppiato a un sistema di sospensioni cantilever montato all’esterno delle ruote. Il mono ammortizzatore posteriore è completamente regolabile in compressione, estensione e precarico, senza l’uso di attrezzi.

Le ruote anteriori da 15 pollici calzano pneumatici 120/70R15 V, sviluppati specificamente per questa innovativa tecnologia multi-ruota. I due freni a disco anteriori sono da 298 mm, mentre sulla ruota posteriore agisce un freno a disco da 282 mm. Infine il motore: il tricilindrico da 847 cc che muove la nuova Niken è stato sviluppato a partire dal propulsore adottato su modelli come Hyper Naked MT-09, la Sport Touring Tracer 900 e la Sport Heritage XSR900.

Equipaggiata con le più recenti tecnologie di gestione elettronica e con un serbatoio da 18 litri in grado di assicurare un’autonomia che supera i 300 km, la Yamaha Niken sarà disponibile in Europa a partire dalla seconda metà del 2018, ma solo previa prenotazione online. Data di apertura degli ordini e prezzi saranno svelati nei prossimi mesi.

SHARE
Melina Famà
23 anni, siciliana doc e amante di scarpe, borse e buon cibo. Laureata in Linguaggi dei Media all'Università Cattolica di Milano, si avvicina al mondo dei motori grazie al fidanzato, che la istruisce quasi come un maschiaccio. Gattara nell'animo, è admin di @igers_messina.