F1 | Ecco la McLaren MCL33, la prima motorizzata Renault [FOTO]

Anche la McLaren ha adottato la soluzione delle pance laterali molto strette, accompagnate da prese d’aria molto strette con profili alari al di sopra di esse. Una soluzione inedita, che non si è vista su nessun’altra monoposto.

Era una delle monoposto più attese per il Mondiale F1 2018. Stiamo parlando della McLaren MCL33, la prima monoposto della scuderia di Woking motorizzata Renault, che avrà il compito di dover permettere a Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne di tornare a lottare per le posizioni di vertice dopo gli ultimi disastrosi tre anni vissuti con la power-unit Honda. La vettura è arancione, accompagnato da qualche tocco di blu sugli alettoni e sul cofano motore, mentre l’Halo è rimasto nero in modo da abbinarsi con l’arancione.

Dal punto di vista aerodinamico, anche la McLaren ha adottato la soluzione delle pance laterali molto strette, accompagnate da prese d’aria molto strette con profili alari al di sopra di esse. Una soluzione inedita, che non si è vista su nessun’altra monoposto fin qui presentata. Le bandelle laterali, colorate di nero, hanno una soluzione “standard”, mentre il bargeboard ha una forma molto particolare con un profilo più alto rispetto a quanto si è visto dalla concorrenza.

Liberty Media: “L’obiettivo è rendere questo sport il più bello possibile”

La Formula 1 sta vivendo un periodo di profondo cambiamento e ciò è dovuto principalmente alle direttive di Liberty Media, i nuovi capi del circus. Sean Bratches, boss commerciale, non le manda a dire: “Quando si tratta del futuro della F1, Liberty Media è quella che siede al posto di guida”. I dirigenti della Formula 1 continuano a plasmare il futuro dello sport sia sul fronte tecnico – con una serie di regolamenti che devono essere introdotti a partire dal 2021 – sia sul fronte commerciale, con la continua espansione e trasformazione della serie. I team e Liberty si dirigono verso un cruciale periodo di discussioni incentrate sulle regole tecniche e sulla distribuzione dei premi. A tenere banco, è anche il pensiero di alcuni mesi fa di Sergio Marchionne, il quale a più riprese ha minacciato di voler lasciare la Formula 1 in caso di mancati accordi per favorire la competizione in questo sport.

“Credo che si sia capito dove vogliamo arrivare, ma non tutti sono d’accordo – ha dichiarato Bratches nel corso di un evento Renault a Parigi –. Stiamo cercando di lavorare su compromessi che migliorino la competizione della Formula 1, ma se non abbiamo una griglia competitiva i fan se ne andranno. Siamo perennemente concentrati nel fare ciò che è giusto per i fan. Prendiamo l’esempio della Premier League: i tifosi dello Swansea sanno che non avranno alcuna possibilità di vincere il campionato, ma quando andranno a giocare contro le big come Manchester City, Arsenal, Chelsea o Liverpool sanno che potranno avere una chance di vittoria. Non siamo qui per compiacere le persone, ma per rendere questo sport il più bello possibile. È il nostro obiettivo”.