F1. Eliminazione diretta in qualifica dal Gran Premio di Spagna

Alla quinta gara, a campionato iniziato. Il software di gestione del cronometraggio non sarà pronto per la gara d’esordio in Australia, dove si procederà con la solita qualifica, e quindi il nuovo format scatterà presumibilmente in Catalogna dove da domani al 4 marzo i team torneranno per gli ultimi test.

BERNIE ECCLESTONE

Al ridicolo non c’è mai fine! La Formula Uno di vicende ridicole ne ha vissute già troppe perché se ne aggiungano altre. Che a quanto pare saranno inevitabili.

Il nuovo format delle qualifiche (sempre tre fasi ma con l’eliminazione del pilota più lento ogni 90 secondi, fino alla sfida finale a due tra i più veloci), non ci sarà in Australia in avvio di stagione ma, forse, dal Gran Premio di Spagna, cinque gare dopo.

Stravolgimenti in corso d’opera ce ne sono stati in passato, uno più ridicolo dell’altro, e non sembra che si sia toccato il fondo.

La notizia è stata data da Bernie Ecclestone, il genio della lampada che nessuno ama ma che tutti devono tenersi in quanto di fatto proprietario del campionato del mondo di F1.

“Volevamo partisse da subito, ma il software di gestione del cronometraggio non sarà pronto per quella data e quindi il nuovo format scatterà presumibilmente in Spagna, mentre in Australia si procederà con la solita qualifica”, Bernie Ecclestone.

Non ci resta che aspettare la decisione del Consiglio mondiale della Fia che il 4 marzo si riunirà per discutere e decidere sull’argomento.

Da domani al 4 marzo i team torneranno sul circuito di Catalunya per gli ultimi test pre-stagionali.