Tutto secondo copione. Lewis Hamilton ha fatto ciò che ha potuto. Ha dominato dal venerdì alla domenica, ha vinto il GP di Abu Dhabi e ha provato in ogni modo a fare da “tappo” e far sì che alle sue spalle qualcuno riuscisse a rosicchiare posizioni a Rosberg. Non è successo nulla di tutto ciò. A conclusione della stagione più lunga di sempre Nico Rosberg si è laureato campione del mondo di F1, come papà Keke nel 1982.

Un altro figlio d’arte alla conquista del titolo iridato dopo Damon Hill nel 1996. Un nuovo campione del mondo nel Circus.

2016 Abu Dhabi Grand Prix, Sunday

L’ultimo gran premio della stagione lo vince Hamilton il quale ha lottato sino alla fine come ha potuto. Subito in testa al via, ha dominato la gara senza mai fuggire come al suo solito, visibilmente lento (come qualcuno saggiamente aveva immaginato) pregando giro dopo giro che qualcuno si avvicinasse al punto da superare Nico. E nel finale di gara c’è mancato poco.

Al giro 49 dei 55 Hamilton, Rosberg, Verstappen e Vettel si compattano stando in meno di 2 secondi. Ultimi giri al cardiopalma per Nico che non perde la testa e resta occhi fissi su Lewis. Il sussulto arriva, ma lo regala Sebastian Vettel che nel pit-stop al 38esimo giro monta gomma rossa (tutti i top erano con gialla) e inizia una progressione mostruosa culminata con il miglior giro della gara e il sorpasso magnifico al giro 51 ai danni di Verstappen.

Finalmente a podio la Ferrari dopo Monza.

vettel abu dhabi

Lewis Hamilton ha poco da recriminare. Un po’ di sfortuna in meno e forse il titolo sarebbe stato suo, ma la F1 è ricca di storie e trame assurde. Dieci vittorie in questa stagione – una in più di Nico – non sono bastate all’inglese per laurearsi campione del mondo per la quarta volta, ma probabilmente è giusto così. Perché se Lewis non ha la memoria corta ricorderà che nel 2008 ha vinto il titolo proprio con 1 vittoria in meno rispetto a Felipe Massa, e anche perché dopo anni di duro lavoro in Formula 1 Nico Rosberg, la faccia “pulita” del box Mercedes lontano dai riflettori, ha dimostrato di meritarsi il titolo mondiale. Il suo primo titolo mondiale.

Complimenti Nico, benvenuto nel club dei campioni. Te lo sei meritato.

Chiude invece mestamente la propria avventura nel mondo della Formula 1 un altro campione del mondo, Jenson Button, costretto al ritiro per colpa della rottura della sospensione anteriore sinistra. L’altro “ritirante” Felipe Massa chiude la carriera con la nona posizione. Qui l’ordine di arrivo del Gp di Abu Dhabi 2016.

LA FOTO GALLERY “NICO ROSBERG CAMPIONE DEL MONDO”