F1 GP Australia. Vettel: “E’ meraviglioso”. Raikkonen: “Purtroppo non ho finito la gara”

Grande soddisfazione in Ferrari per il terzo posto di Vettel ma rammarico per non avere permesso a Raikkonen di tenersi il quinto posto. Hamilton: “Il team ha fatto un gran lavoro”. Rosberg: “Lewis ha guidato da campione del mondo”.

RAIKKONENChi ben comincia… Nel box Ferrari felicità dilagante. Un sorriso per la stampa non lo nega nessuno a nessuno. Anzi. I sorrisi di sprecano. E si parla italiano.

“E’ grandioso! E’ davvero un grande onore per me guidare la Rossa. Questa è una partenza ottima per la stagione. Abbiamo lavorato bene questo inverno e abbiamo una macchina bella per la qualifica ma anche per la gara. Abbiamo però ancora tanto da fare e restare molto concentrati. Per restare al top ci vuole tanto lavoro di preparazione, bisogna stare in forma e allenarsi. Infatti quest’anno mangerò qualche pizza in meno magari… La Ferrari ha qualcosa in più. Prima non me ne rendevo conto, ma è unico essere in questa macchina rossa. Il podio però non è come la vittoria… Non ho ancora sentito l’inno italiano! Peccato per l’errore sull’auto di Kimi, è mancata l’altra metà del team, ma è stato un buon weekend. Abbiamo una buona macchina da cui partire e per questo devo ringraziare tutti i ragazzi anche a Maranello. È stato un sogno per me arrivare in Ferrari, era il mio sogno da tanto tempo e questo è il momento giusto… Dico solo ‘noi abbiamo una grande macchina’”, Sebastian Vettel.

Non sorride ma è loquace come ieri dopo le qualifiche Iceman. Incavolato perché il suo capolavoro è stato incompiuto.

“All’inizio sono stato colpito da dietro. Seb non centra, qualcuno mi ha preso. Poi sono stato colpito anche a sinistra! C’è stato qualche danno, ma l’auto è rimasta intera. Quindi ho cercato di prendere Ricciardo e avevo una buona velocità, ma poi c’è stato il problema alla sosta due. Non saprei se sia stato un problema determinato dal contatto, di certo avevo meno carico aerodinamico. Il podio di Seb è positivo per il team e abbiamo buona velocità in gara, ma io oggi non ho finito…”, Kimi Raikkonen.

Fronte Mercedes. Si lucidano le armi e si prepara già la trasferta malese. Molta fame e molte vittorie da mettere sotto i denti.

“È una sensazione incredibile ricominciare con una vittoria, il team ha fatto un gran lavoro. Nico è stato molto veloce per tutta la gara. Era complicato gestire benzina e gomme, non conoscendo i limiti fino a cui la macchina si sarebbe potuta spingere. Una volta conquistati uno-due secondi di vantaggio, che potevo gestire, non c’era bisogno di guadagnare ulteriormente. Ma quando Nico ha alzato il ritmo sono stato in grado di reagire. Non ho visto i tempi, ma credo che le Ferrari abbia fatto un enorme passo in avanti. Chiaramente hanno fatto uno dei più grandi passi, per cui noi non potremo fare marcia indietro. Sono sicuro che stiano spingendo quindi prevedo una bella lotta con loro”, Lewis Hamilton.

Lewis Hamilton è stato il pilota più veloce durante il Gran Premio d’Australia. Lo sconfitto numero 1 Nico Rosberg lo ha ammesso.

“Hamilton ha controllato la gara dalla pole, lasciandomi in testa per un solo giro, mentre era in fase di pit-stop. Da parte mia ho spinto al massimo. E’ una bella sensazione essere secondo, si tratta di un inizio impressionante di stagione per la Mercedes. Il team ci ha dato una vettura assolutamente incredibile quest’anno. Oggi Lewis ha guidato come un campione del mondo. Ho guidato al massimo ogni giro, e ho cercato di fare del mio meglio per fargli fare il massimo. Molto è nella testa, non solo durante tutta la gara, ma durante tutta la stagione. Per non sbagliare, pur essendo sotto pressione fisicamente e mentalmente, è esigente”, Nico Rosberg.