La Ferrari chiude al comando il venerdì di prove del Gran Premio del Bahrain 2018, con Kimi Raikkonen che ha firmato la miglior prestazione fermando il cronometro a 1’29”817 e tenendosi dietro di appena 11 millesimi Sebastian Vettel. Le monoposto Rosse sono state le uniche a scendere sotto il muro dell’1’30”, spiccando non solo sul giro secco ma anche sul passo gara. Da segnalare nel finale di sessione il “problema” di Iceman costretto a parcheggiare la sua monoposto in uscita di curva 3 a un quarto d’ora della bandiera a scacchi per colpa di una ruota avvitata male.

Alle spalle delle Ferrari le due Mercedes, con Valtteri Bottas che precede Lewis Hamilton, entrambe staccate di mezzo secondo e probabilmente “nascoste” in questa prima giornata di prove. Chi invece non sembra essersi nascosta più di tanto è la Red Bull, che chiude a quasi un secondo dalla vetta in 5^ e 6^ posizione con Max Verstappen (nelle FP1 costretto ai box per tutta la sessione per colpa di un problema al propulsore) davanti a Daniel Ricciardo (il più veloce, invece, nelle prime libere).

Verstappen Bahrain 2018

Nonostante il distacco di quasi un secondo sul giro secco, i due “torelli” hanno dimostrato un ottimo passo nella simulazione gara. Chissà se il pronostico azzardato ieri in conferenza stampa da Ricciardo sarà mantenuto: “possiamo andare a podio se non addirittura vincere”. Chiudono la top ten la Renault di Nico Hulkenberg 7^, la Toro Rosso di Pierre Gasly 8^e le due McLaren di Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne. Qui tutti i tempi delle FP2.