Vettel: "dobbiamo cercare di far durare le gomme. Gli altri sembrano preoccupati e speriamo di mettere loro pressione". Raikkonen: "dobbiamo prima di tutto fare una bella partenza. Le nostre monoposto si trovano bene con le Soft". Hamilton parla dda dominatore. Rosberg: "Sono stato un po' scemo e ho pagato".

RAIKKONEN 2Eccoli! Belli, carichi, eccitati, soddisfatti, battaglieri. Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, i predoni del deserto, continuano a portare in alto la Ferrari.‬ Le posizioni conquistate stasera in qualifica sono il punto di partenza per i piani di battaglia che saranno attuati domani.

“Ho azzeccato il giro, ora dobbiamo mettere pressione su di loro e vedere che succede. Non pensavo alla pole position, Lewis era molto competitivo e già in Q2 aveva messo un limite irraggiungibile. All’inizio delle qualifiche non ero molto contento, poi è andata meglio. L’ultimo giro era importante e l’abbiamo azzeccato. E’ bello aver superato una Mercedes. Domani dobbiamo cercare di far durare le gomme. Gli altri sembrano preoccupati e speriamo di mettere loro pressione”, Sebastian Vettel.

Iceman determinato come ai bei tempi, quando conquistò nel 2007 il titolo iridato conla Ferrari. Ma loquace come non lo è mai stato.

“Vogliamo stare davanti alle Mercedes. Volevo arrivare un po’ più in alto. Una prima fila tutta Ferrari era un sogno. Sono un po’ deluso. Domani dobbiamo prima di tutto fare una bella partenza. Le nostre monoposto si trovano bene con le Soft. Lo abbiamo dimostrato venerdì. Possiamo puntare molto in alto”, Kimi Raikkonen.

In Mercedes è in corso d’instaurazione una dittatura. I diktat di Lewis Hamilton vengono imposti senza che Nico Rosberg riesca a porvi rimedio. Ovvi gli stati d’animo diversi.

“Ho dominato. Era il mio obiettivo. Questa stagione mi sta dando delle ottime sensazioni. Mi sento alla grande, sono molto felice. I miei giri sono stati piuttosto buoni. Si può sempre migliorare, ma sono davvero grato di poter guidare questa monoposto che mi consente di attaccare le curve in un modo simile, mentre nel 2014 non ero in grado di farlo nella stessa maniera”, Lewis Hamilton

Il suo compagno sembra di ritorno da un funerale. Dov’è il cambattente che l’anno scorso primeggiava almeno nelle pole position?

“Sono deluso. Ho sottovalutato la velocità di Vettel pensando troppo alla gara. Non pensavo riuscisse a battermi, mi ha sorpreso. Mi sono sbagliato io, sono stato un po’ scemo e ho pagato, ritrovandomi terzo. Domani la gara è lunga e dobbiamo fare un bel risultato. La macchina sta bene e possiamo andare forte. La partenza sarà importante per me”, Nico Rosberg.

NO COMMENTS

Leave a Reply