F1 GP Belgio. Vettel: Non è stato un sabato nero. Raikkonen: Sarà una gara complicata

Il quattro volte campione del mondo: “Non credo di dover entrare in panico. Non sono riuscito a ottenere un gran risultato. Ma se vediamo i tempi è chiaro che c'è stata una lotta serrata”. Iceman: “C’è un problema di affidabilità”. Hamilton: “La pole è importante ma la gara è lunga”. Rosberg: “Lewis aveva qualcosa che io non avevo”.

VETTEL-BELGIO (FILEminimizer)Che figura di merda. Per dirla para para alla Emilio Fede fuori onda. Alla vigilia ddei 900 gran premi da festeggiare un calo di affidabilità e prestazioni scoraggianti.

Scoraggianti? Ma va. Sentite il quattro volte campione del mondo che ha ottenuto il nono tempo.

“I don’t think un sabato nero. Non sono riuscito a ottenere un gran risultato. Ma se vediamo i tempi è chiaro che c’è stata una lotta serrata. Non credo di dover entrare in panico e di doverlo definire un sabato nero”, Sebastian Vettel.

Se stanno così le cose… aspettiamo domani. Un’attesa che non turba neanche Iceman.

“Faremo la nostra gara ma domani sarà complicato. Purtroppo non c’è niente da fare non possiamo che continuare a lottare e fare del nostro meglio comunque. Ho perso un po’ di spinta e ho dovuto fermarmi, adesso il team analizzerà il problema. C’è un problema affidabilità. Credo che nella prima parte di stagione siamo stati molto solidi poi ho avuto dei problemi in quest’ultime gare e sono cose che ci sono costate molto. Dobbiamo migliorare ma penso che questo sia stato solo un altro episodio sfortunato”, Kimi Raikkonen.

Le mani sulla decima pole e pronto a metterle anche sulla vittoria domani. Per lanciarsi definitivamente per la riconferma iridata.

“Sono molto contento della macchina perchè abbiamo il giusto bilanciamento, la pole è importante ma la gara è lunga”, ha detto. Sono davvero grato a tutti gli uomini Mercedes. Contiamo domani di ottenere un grande risultato dopo la magra ungherese”, Lewis Hamilton.

Il nemica in casa non riesce a camuffare il disappunto. Ancora battuto in qualifica e con quasi mezzo secondo di distacco.

“Ho perso qualcosa, Lewis è stato troppo veloce, ha trovato qualcosa che io non avevo in tasca. E per me è stato deludente, pazienza. Non partiamo battuti. Abbiamo un buon passo gara e la gara è lunga. Può succedere di tutto. Anche in partenza”, Nico Rosberg.