Poteva essere il ritorno al trionfo della Rossa. Il ritorno alla vittoria per il quattro volte campione del mondo Vettel. Sì, poteva esserlo. Con una partenza stratosferica il tedesco della Ferrar si beve – letteralmente – entrambi i piloti Mercedes partiti in prima fila nei pochi metri che dalla partenza portano alla prima staccata.

Intontiti dallo schiaffo del ferrarista i due della Mercedes si toccano e ad avere la peggio è Rosberg che finisce fuori pista e rientra immerso nel traffico della decima posizione. Hamilton, invece, si mette all’inseguimento di Vettel, che memore della sua precedente esperienza in Formula Uno mette le ali alla Ferrari e inizia a martellare come un indemoniato.

Una probabile fuga per la vittoria. Ma al giro 11 la svolta della gara. Virtual safety car per la rottura del motore della McLaren di Button e dal box Ferrari si giocano la carta del rischio.

Dentro per un pit-stop anticipato entrambi i piloti con gomma super soft, mescola che Sabuer a parte nessun altro aveva contemplato di utilizzare. Vettel leader della gara rientra quarto, Kimi Raikkonen da quinto 14esimo.

Un azzardo strategico, che giro dopo giro si rivela fallimentare nonostante la folle rincorsa di Vettel che fa fuori nell’ordine Ricciardo e Verstappen e prova a conquistare la prima posizione. Il cambio gomme della Mercedes arriva puntuale come un orologio svizzero e Hamilton gestendo da gran maestro le gomme come già fatto a Monte-Carlo si gode la seconda vittoria consecutiva in questa stagione, la quinta sul circuito di Montreal (cinque sono anche le pole), lo stesso sul quale nel 2007 vinse la sua prima gara in F1.

vettel gp canada 2016
Un super Vettel soddisfatto per il 2° posto sul podio.

Terza sul podio la Williams di Bottas, autore di una gara senza errori che porta a 2 i podi consecutivi del finlandese su questo circuito. Quarto uno strepitoso Verstappen. Strepitoso perché sotto attacco dall’incalzante Rosberg intenzionato a racimolare quanti più punti possibili lo tiene a bada come un domatore consumato fa con il leone.

Due risposte secche a due attacchi prepotenti di Rosberg, talmente impaurito dal ragazzino da perdere il controllo della vettura nell’assalto finale a 2 giri dal termine. Solo un quinto posto per il tedesco, ma punti vitali che lo tengono ancora in vetta alla classifica piloti.

Classifica che adesso dice: Rosberg 116, Hamilton 107, Vettel 78. E mondiale decisamente riaperto.

Riaperto non solo per l’esiguo distacco di Lewis da Nico, ma anche e soprattutto perché la Ferrari, nonostante il pessimo errore di strategia, può salutare Montreal a testa alta. Come ha fatto Vettel sul podio. Per nulla incazzato per aver regalato la vittoria a Hamilton, piuttosto soddisfatto per gli enormi progressi della Ferrari capace ora di martellare giro dopo giro come l’astronave Mercedes. Che adesso sa che la Ferrari può far paura. Non con Raikkonen per il momento, sesto e distantissimo oggi dalle prestazioni del suo compagno di scuderia.

ORDINE DI ARRIVO GP CANADA 2016

ordine di arrivo gp canada 2016

ordine di arrivo gp canada 2016
@F1.com