L’inglese della Mercedes il più veloce in entrambe le sessioni. La Ferrari di Vettel è lì a insidiarlo. Più lontano Raikkonen. Verstappen e Ricciardo impongono la Red Bull come terza forza.

A Montreal nel weekend canadese di Formula 1 il pilota britannico della Mercedes è stato il più veloce nella prima giornata di prove libere, a dimostrazione che le quattro vittorie su questa pista non sono arrivate casualmente.

In mattinata, nella sessione stoppata per circa 15 minuti causa schianto della Williams di Felipe Massa, il campione del mondo in carica grazie al crono di 1’14”755 ottenuto con le sopersoft si è tenuto alle spalle il compagno di squadra Nico Rosberg gommato ultrasoft di 331 millesimi.

Domanda: le gomme con striscia fucsia non dovevano essere nettamente più veloci delle supersoft?

I misteri del Circus. Meglio ancora, ulteriore conferma di quanto incidano sulle prestazioni delle diverse mescole temperatura dell’aria e dell’asfalto e gommatura della pista.

Nella seconda sessione sempre Hamilton a tenere tutti in fila alle sue spalle, migliorando di poco il crono mattutino con un 1’14”212.

Buone notizie per la Ferrari, anche se visti gli esiti dei precedenti weekend potrebbe non esserlo. Come già accaduto in altre occasioni, infatti, il venerdì la Rossa non sfigura: Sebastian Vettel nella prima sessione chiude terzo a 488 millesimi e nel pomeriggio secondo a 257 millesimi.

Altro leitmotiv degli ultimi gran premi la differenza di prestazioni di Kimi Raikkonen rispetto a Vettel. Il filandese nella mattinata chiude quinto a 8 decimi, per poi fare peggio nel pomeriggio chiudendo ottavo a più di un secondo dal miglior tempo di Lewis.

Su una pista di motore la Red Bull s’impone come terza forza. Max Verstappen e Daniel Ricciardo chiudono quarto e quinto siglando praticamente lo stesso tempo con un distacco di quasi un secondo.

Il weekend però potrebbe riservare qualche sorpresa. Domani è previsto un innalzamento delle temperature e un cambiamento meteo che promette pioggia per la gara di domenica.

NO COMMENTS

Leave a Reply