La Ferrari conferma l’ottimo stato di forma con la pole position di Sebastian Vettel nel Gran Premio della Cina 2018, seconda consecutiva quest’anno. Il tedesco della Rossa autore di un super giro all’ultimo tentativo (1’31”095, nuovo record della pista) ha letteralmente soffiato la pole a Kimi Raikkonen, ancora una volta costretto ad arrendersi allo strapotere di Seb e ad accontentarsi della seconda casella sulla griglia di partenza. Ancora una volta, come in Bahrain, la prima delle Mercedes è quella di Valtteri Bottas, terzo e con un ritardo dalla Rossa di Vettel di oltre mezzo secondo. Ancora una volta, quindi, una prima fila tutta Ferrari.

Quarto Lewis Hamilton a più di sei decimi. L’inglese della Mercedes ha anche abortito il suo ultimo tentativo lanciato per colpa di un errore. Quinto Max Verstappen seguito da Daniel Ricciardo, Nico Hulkenberg, Sergio Perez, Carlos Sainz e Romain Grosjean a chiudere la top ten. Qui tutti i tempi delle qualificheIncognita strategie per la gara di domani: i quattro di Ferrari e Mercedes hanno superato il taglio del Q2 con gomme soft, mentre le Red Bull avranno l’opportunità di sfruttare le ultrasoft.

Vettel pole Cina 2018

Seabastian Vettel commenta così il suo giro perfetto in chiusura di qualifica: “Sono stato contento di tutto il giro, non solo dell’ultimo settore (è lì che si è guadagnato la pole, ndr). La macchina è stata davvero fantastica, continuava a migliorare e sono davvero contento. So che nel primo giro ho fatto qualche errore, però sapevo che se avessi fatto un giro in ordine avrei avuto un po’ di margine. Quanto alla partenza di domani credo che dalla parte di Kimi ci sarà più gomma, quindi devo stare attento”.

Un po’ scuro in volto, per usare un eufemismo, Kimi Raikkonen: “Non sono andato male, ma non è stato abbastanza per andare in pole. Non è esattamente quello che volevo questo secondo posto, ma domani proveremo a fare meglio. Sarà una gara lunga, dovremo tenerci fuori da problemi, dopodiché vedremo cosa ci porteremo a casa”. Poco soddisfatto anche Valtteri Bottas: “Credo che oggi sia stata una giornata piuttosto lineare per noi, abbiamo capito a poco a poco le gomme, ma evidentemente le Ferrari avevano più grip di noi”.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.