Gara perfetta del padrone di casa. Tutto il contrario della Ferrari: negli ultimi 2 giri Raikkonen e Vettel scoppiano e terminano 3° e 7°. Bottas 2°. Adesso il mondiale è davvero aperto.

Nella 68esima edizione del GP di Gran Bretagna Lewis Hamilton conquista la quinta vittoria a Silverstone, la quarta di fila. Cinque vittorie in terra inglese come Jim Clark e Alain Prost. Sempre più nella Hall of Fame dei grandi della Formula 1, partito dalla pole l’inglese della Mercedes ha condotto la gara senza ansie, riaprendo definitivamente la lotta mondiale con Vettel.

Una piccola parte del merito va a Bottas, nono al via e arrivato secondo sfruttando la strategia gomme, e all’incredibile sfortuna della Ferrari.

A due giri dal termine della corsa prima Kimi Raikkonen (in quel momento 2°) e poi Sebastian Vettel (4°) si vedono esplodere l’anteriore sinistra e sono costretti a un pit-stop forzato che li fa scivolare rispettivamente 3° e 7°.

@f1.com
@f1.com

Se per Iceman si tratta comunque di un ottimo risultato, non si può dire lo stesso per Vettel, che adesso vede ridotto il proprio margine su Hamilton nella classifica piloti a un solo punto. Il tedesco della Ferrari, partito male al via dalla terza posizione, ha prima dovuto lottare (inutilmente) con Max Verstappen riuscendo a sorpassarlo solo con un undercut e poi ha subìto la rimonta di Bottas, fino allo sfortunato esito della gara.

Autore di un’altra grande rimonta è stato Daniel Ricciardo: da penultimo a quinto, proprio alle spalle del compagno Max Verstappen che per qualche momento della gara aveva forse sperato anche nel podio. Completano la top ten Nico Hulkenberg al miglior piazzamento stagionale (6°), Esteban Ocon (8° e primo dei doppiati da Hamilton), Sergio Perez (9°) e Felipe Massa (10°).

L’ordine di arrivo del GP di Gran Bretagna 2017