F1 GP Gran Bretagna. Raikkonen: Possiamo andare a podio. Vettel: E’ stata una qualifica deludente

Iceman: “Le condizioni erano difficili perché cambiavano sempre. Colpa del vento. Alcuni sono stati più veloci, altri meno. La posizione è un po' deludente”. Sebastian: “Non è stata una qualifica pulita da parte mia e della squadra. In gara dovrebbe essere diverso. Il nostro passo gara è migliore”. Felipe Massa: “Li batteremo ancora”. Lewis Hamilton: “Che goduria!”

VETTEL E RAIKKONEN-AUSTRIAIl gambero rosso. Da due gare non va a podio. Rischia di non andarci per la terza volta consecutiva. Se alla Williams in Canada e Austria è stato regalato il terzo posto domani si parte con una certezza inoppugnabile: le Williams sono davanti in seconda fila, le Ferrari dietro in terza.

Iceman davanti a Vettel. E’ una novità. Sentiamo.

“Non so se abbiamo ottenuto il massimo. Di certo le condizioni erano difficili perché cambiavano sempre. Colpa del vento. Alcuni sono stati più veloci, altri meno. La posizione è un po’ deludente, ma abbiamo fatto il meglio possibile. Non è stata una qualifica semplice, speriamo meglio in gara. Intanto con una buona partenza. Non so se abbiamo il passo gara per il podio. Dovremo dimostrarlo”, Kimi Raikkonen.

La delusione è sul suo volto.

“E’ stato più difficile di quanto ci aspettavamo. Non è stata una qualifica pulita da parte mia e della squadra. In gara dovrebbe essere diverso. Il nostro passo gara è migliore. Speriamo in una corsa entusiasmante per noi, anche se sarà difficile passare le Williams, che in rettilineo sono veloci. Speriamo di trovare qualcosa che ci faccia migliorare. Di certo non è una buona posizione di partenza. La strategia non è stata ideale, ma siamo arrivati al Q3 con abbastanza gomme, quindi direi ok”, Sebastian Vettel.

Sarà duello Williams-Ferrari. Le premesse ci sono, le intenzioni anche. Alle dichiarazioni dei ferraristi fanno da contraltare quelle dei due piloti Williams.

“Per noi è una giornata fantastica, per la Williams questo è il gran premio di casa. Credo sia stato grandioso vedere me e Valtteri al terzo e quarto posto. Abbiamo combattuto l’uno contro l’altro per tutte le qualifiche, soprattutto in Q3, e alla fine sono riuscito a fare questo giro fantastico. Non vediamo l’ora che arrivi domani. Speriamo di poter fare una grande gara e lottare con la Ferrari. In questo weekend possiamo stare davanti alle Rosse con entrambe le macchine, potrà succedere anche domani. Sono due anni che lavoriamo in questa direzione: essere davanti al Cavallino ora vale tantissimo. Loro hanno ancora un grande vantaggio, ma le cose possono cambiare”, Felipe Massa.

Candidato al 50% a sostituire Raikkonen in Ferrari. La possibilità non lo ammorbidisce. Anzi. Per ora pensa alla Williams e alla gara di domani.

“Abbiamo fatto una buona qualifica, dobbiamo fare un’altrettanto buona gara. Arrivare con due Williams davanti alle due Ferrari non è difficile. Una partenza azzeccata e una gara a tutto ritmo. Il motore Mercedes è più veloce di quello Ferrari e nei rettilinei possiamo respingere gli attacchi. Comunque bisogna aspettare la conclusione della gara”, Valtteri Bottas.

Profeta in patria. Già due volte. Profeta in patria per cominciare con l’ottava pole position della stagione.

“E’ sempre speciale ottenerla qui. Tutte queste persone hanno fatto il tifo per me per tutto il weekend. Non è stato facile per noi. Abbbiamo dovuto fare diverse modifiche e abbiamo problemi di bilanciamento. Speriamo di risolverli domani”, Lewis Hamilton.

Era convinto di potere fare la pole. L’amarezza e la delusione saranno le compagne che agiteranno il suo sonno. In attesa del via, domani.

“Nel primo giro ero dietro di un solo decimo, poi non sono migliorato. E’ fastidioso, ma è andata così. Ma nell’ultimo run non c’è riuscito quasi nessuno a fare meglio. Solo Felipe ha guadagnato una posizione. E questo è strano. Credo di aver avuto qualcosa che non andava nell’anteriore sinistra, c’era tanto sottosterzo. Dobbiamo esaminare ancora i dati e capire l’entità del problema”, Nico Rosberg.