Max Verstappen festeggia i 20 anni compiuti ieri nel migliore dei modi vincendo il Gp di Malesia 2017 e ottenendo la sua seconda vittoria in F1. Una vittoria ottenuta con una gara tutta all’attacco sin dai primi giri, che certifica il netto miglioramento della Red Bull e regala a Verstappen una grande gioia dopo i ripetuti ritiri ottenuti fin qui in questa stagione.

Secondo Lewis Hamilton, il quale dopo essere stato sopravanzato da Verstappen già al quarto giro ha pensato a portare avanti una gara di “controllo”, chiudendo davanti a un ottimo Daniel Ricciardo e portando così il proprio vantaggio su Sebastian Vettel nella classifica piloti a 34 punti.

@ Sutton Images

I danni sono stati contenuti dalla super rimonta di Vettel.

Partito dall’ultima posizione in griglia, dopo il primo giro il tedesco della Rossa è già 13°, proseguendo quindi una rabbiosa scalata verso la zona punti a suon di giri veloci e chiudendo “solo” con il quarto posto, arrivato con il sorpasso durante il pit-stop ai danni di Valtteri Bottas (5°). Seb ha provato anche l’attacco al terzo posto di Ricciardo, ma la ciliegina sulla torta non è arrivata per colpa di un difficile doppiaggio a Fernando Alonso (11°).

La torta non l’ha manco vista Kimi Raikkonen: il finlandese ha accusato problemi alla power-unit durante il giro di schieramento e nonostante il frenetico lavoro dei meccanici in griglia è stato costretto al ritiro ancor prima della partenza. Considerato che Iceman partiva dalla seconda casella e visto lo strepitoso passo gara di Vettel, lecito dire che la Ferrari ha perso un’altra probabilissima vittoria. La sfortuna prosegue.

Max Verstappen festeggia la vittoria.

Così tanto che Vettel è protagonista di un incredibile incidente con la Williams di Lance Stroll a gara conclusa, durante il giro di rientro ai box. Assurda la dinamica: Stroll procede lento, Vettel prova a sfilarlo all’esterno e Williams che centra in pieno la Ferrari distruggendo la sospensione posteriore sinistra. Incidente finito sotto la lente d’ingrandimento dei commissari, i quali però hanno deciso di non procedere con alcuna sanzione.

Tornando alla gara, ottime prestazioni per Sergio Perez sesto, Stoffel Vandoorne settimo e Lance Stroll ottavo; Felipe Massa ed Esteban Ocon chiudono la Top 10. Esordio in Toro Rosso con un ottimo 14° posto per Pierre Gasly. L’ordine di arrivo del Gp della Malesia 2017.