F1 GP Malesia. Lewis Hamilton davanti, Kimi Raikkonen secondo

Le prime due sessioni di prove libere con la Mercedes in sofferenza nonostante la pole provvisoria e la Ferrari arrembante nella prima fila virtuale. La Rossa fa paura, sempre con Iceman, anche sul passo gara.

Kimi_Raikkonen_Test_JerezMercedes nonostante i guai, Ferrari nonostante le sbavature. Nelle due sessioni di prove libere di oggi le monoposto di Stoccarda e quelle di Maranello hanno preso la scena relegando in ruoli subalterni tutte le altre.

In mattinata Nico Rosberg è stato il più veloce in 1’40″124 davanti a Kimi Raikkonen secondo a 372 millesimi e Sebastian Vettel terzo a 861. Nel pomeriggio, rientrato in pista dopo un lungo periodo di inattività per problemi alla power unit tra le libere 1 (solo 4 giri senza tempo) e le libere 2 (solo 16 giri per fare il tentativo veloce e provare un long run), Lewis Hamilton ha dettato il più recente articolo della sua legge imponendo al crono di fermarsi su 1’39″790 fatto con le gomme medie nuove togliendo a Kimi Raikkonen di chiudere al primo posto la simulazione qualifica, posizione raggiunta con le gomme medie usurate in 1’40″163. Comunque un altro buon secondo posto a 373 millesimi.

Nella seconda fila provvisoria trovano posto la Mercedes di Nico Rosberg con 428 millesimi di distacco e la Red Bull di Daniil Kvyat a 556 millesimi.

In terza le due Williams, quella del rientrante Valtteri Bottas quinta a 660 millesimi davanti alla numero 19 di Felipe Massa, sesta a 770.

Quarta fila per la Ferrari di Sebastian Vettel (il quattro volte campione del mondo durante la simulazione qualifica non ha potuto evitare un testa-coda che l’ha costretto a cambiare programma e a dedicarsi al passo gara) settima a 862 millesimi e la Toro Rosso di Max Verstappen (per la prima volta davanti al compagno di squadra Carlos Sainz Jr, 14mo) ottava a 1″430.

La ipotetica Q3 del venerdì è completata dalla quinta fila della Sauber di Marcus Ericsson, nona a 1″471, e dalla Red Bull (ancora problemi elettrici) di Daniel Ricciardo, decima a 2″009.

Bene nelle libere 1 con Romain Grosjean quarto e Pastor Maldonado 12mo, nelle libere 2 la Lotus ha sofferto per problemi alla power unit Mercedes ed alle sospensioni ed ha concluso con il venezuelano (15 giri) 11mo e il francese (appena 5 giri) 18.mo

La McLaren Honda non può che remare. Hanno remato sia il rientrante Fernando Alonso sia Jenson Button. Le monoposto di Woking nella griglia provvisoria occupano la terzultima e la penultima fila rispettivamente con lo spagnolo e l’inglese. Non hanno velocità e nel passo gara girano 4 secondi più lente delle Mercedes.

Passo gara che ha evidenziato un’eccelleta tenuta della Ferrari di Raikkonen per alcuni momenti anche davanti alle Mercedes e un buon ritmo di quella di Vettel (i due hanno girato con gomme diverse). In questo contesto sembrano non essere all’altezza della situazione le Williams. Ma siamo  solo al venerdì.