F1, GP Russia. Vettel deluso, Raikkonen soddisfatto, Arrivabene infuriato: Ferrari ancora senza vittoria

Sebastian: “Credo di aver fatto tutto quello che potevo”. Kimi: “Noi vogliamo arrivare davanti ma oggi non poteva succedere”. Rosberg: “So che Lewis tornerà forte, quindi rimango tranquillo”. Hamilton: “Non posso essere soddisfatto”.

GP Formula 1 Russia 2016, la gara

Nel flipper della Red Bull la Ferrari come un pallina fuori controllo. Due colpi da Kvyat, uno da Ricciardo… appena due curve e le speranze sono finite in buca. Fine della corsa.

“Credo di aver fatto tutto quello che potevo. Sono partito bene e ho affiancato Ricciardo. Ho visto le immagini, cosa posso aggiungere? Basta guardare il video. Io non potevo andare da nessuna parte. Non era necessaria quella manovra. La gara durava 53 giri, ma non tutti se lo sono ricordato. Ero già al quinto posto, non stava andando male, ma non aiuta se quelli dietro non frenano”, Sebastian Vettel.

Già Kvyat, già protagonista in Cina contro Vettel. E’ l’uomo nel mirino.

“Vettel non poteva fare meglio. Quell’altro l’ha preso in pieno più di una volta. Raikkonen? Dopo l’ingresso della safety car poteva fare meglio, ma ha fatto una buona gara”, Maurizio Arrivabene team principal Ferrari.

Iceman ha iniziato bene la gara col sorpasso su Bottas e la presa di possesso del secondo posto che il connazionale si è ripreso alla ripartenza dopo la safety car ma ha perso definitivamente al cambio gomme.

“Non so se potevamo fare meglio. E’ quello che siamo riusciti a fare. Ovviamente noi vogliamo arrivare davanti ma oggi non poteva succedere. Come l’anno scorso, dopo le Safety car le Williams sono davvero imprendibili non c’è stato modo di tenerle dietro. Credo che la macchina si sia comportata molto bene, sono davvero sorpreso, ma dovevamo anche risparmiare carburante quindi non ho potuto spingere al massimo”, Kimi Raikkonen.

Tentativo di fuga nel Mondiale? Forse. Comunque sono 100 punti e 43 di vantaggio su Hamilton.

“E’ andato veramente bene questo weekend. La gara, la partenza, tutto. E’ stato davvero un piacere guidare questa macchina. So che ho approfittato del fatto che i miei avversari non hanno avuto un weekend pulito e so che Hamilton tornerà forte, quindi rimango tranquillo. Il Mondiale non è un tabù però gli anni passati ho lottato con il mio compagno di squadra e ha vinto sempre lui. A me piace molto confrontarmi con lui, tornerà forte quindi piedi per terra”, Nico Rosberg.

Grande gara ma ancora nessuna vittoria.

“Era il massimo che potevo fare. Non so se sono soddisfatto, vincere è l’unica cosa che mi soddisfa. Sono soddisfatto del lavoro che ho fatto e dell’impegno che ci ha messo tutta la mia squadra. Ho avuto di nuovo un problema al motore e questo non va bene. Non è facile mantenere la calma, è una dura prova ma ce la sto mettendo tutta”, Lewis Hamilton.