F1 GP Singapore. Vettel: Incredibile ma sarà una gara difficile. Iceman: Due sul podio è possibile

Il team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene: “Sarebbe stato molto bello regalare questa soddisfazione ai tifosi che erano a Monza”. Lewis Hamilton: “Pensare alla vittoria? Qui le gomme non funzionano”.

VETTEL RAIKKONEN-SINGAPORE (FILEminimizer)Il maharaja di Singapore rimane lui. Ha il record delle vittorie consecutive, tre, con quella di stasera ha eguagliato le tre pole di Lewis Hamilton, è il detentore di tutti i record (sul giro in prova, sul giro in gara, sulla distanza).

“E’ qualcosa di incredibile, ma il lavoro più difficile sarà domani in gara. Le Mercedes saranno veloci e ci sono anche le Red Bull. Sono un po’ sorpreso della pole, ma credo di aver fatto un giro quasi perfetto. La macchina è fantastica, ma lo è stata fin dall’inizio. Qui è facile andare un po’ oltre, ma ho fatto il massimo. Mi godo questo momento. Ero molto emozionato e sapevo di poter fare la pole, ma mi aspettavo che nel Q3 le Mercedes sarebbero tornate davanti”, Sebastian Vettel.

Avrebbe voluto la prima fila come a Monza. Parte in seconda dal lato pulito della pista, alle spalle del compagno di squadra. Con una buona partenza…

“Venerdì ho avuto qualche difficoltà, ma questo è un ottimo risultato per il team. Nelle libere 3 ho avuto qualche problema, ma sono molto contento per il terzo posto. Ora dovremo fare un buon lavoro per portare entrambe le macchine sul podio”, Kimi Raikkonen.

Fosse arrivata a Monza questa pole! Un po’ di rammarico c’è. Ma c’è anche tanta voglia di continuare sulla strada appena intrapresa.

“Sarebbe stato molto bello regalare questa soddisfazione ai tifosi che erano a Monza. Adesso è giusto rendere merito a tutti i ragazzi che stanno lavorando duramente, mettere Hamilton a 1″5 non è facile. Sebastian è stato incredibile, nell’ultimo tentativo ha voluto spingere e anche Kimi si è ritrovato. Il sabato punti non se ne fanno, però è una bella soddisfazione. Adesso pensiamo alla gara”, Maurizio Arrivabene, team principal Ferrari.

Sfumate le otto pole consecutive. Rimane il sogno delle 41 vittorie in 161 gran premi. Un record di Senna è stato mancato, rimane il secondo. Ma con quella posizione in griglia pensare alla vittoria sembra un’utopia.

“Non so cosa sia successo, ma qui le gomme non funzionano. Non sono deluso per aver mancato le 8 pole di fila, mi interessa solo vincere le gare e i campionati. Le Ferrari sono state veloci per tutto l’anno, ma non so perché qui abbiamo accusato questo distacco. Vincere? Nella situazione attuale non penso sia possibile”, Lewis Hamilton.

La realtà in faccia la guarda anche l’altro pilota della Stella che per quel che lo riguarda è ancpora in corsa per il titolo iridato fallito l’anno scorso proprio a partire da Singapore.

“Non so come mai siamo messi così male, abbiamo provato di tutto, ma siamo lontanissimi. La macchina scivola ovunque, non c’è grip. E’ proprio brutta da guidare. Proveremo a superare le Red Bull e le Ferrari, ma sarà difficile. Il loro passo gara è molto forte. Non ce lo aspettavamo per niente. Sarà importante per me stare davanti a Hamilton, ma devo stare anche attento a Vettel per il campionato”, Nico Rosberg.