La Mercedes torna a fare paura. La vittoria di Lewis Hamilton nel Gran Premio di Spagna 2018 parla chiaro. Una vittoria in cui è sembrato vedere l’astronave d’argento degli anni passati, basta guardare i distacchi: Hamilton chiude con 20 secondi di vantaggio su Valtteri Bottas 2^ e 26 su Max Verstappen 3^, dal sesto in poi tutti doppiati, dal nono in giù ben due volte. Insomma, una gara perfetta a chiudere un weekend perfetto per Hamilton e la Mercedes, che ottiene oggi la 41^ doppietta (la prima quest’anno). Lewis, invece, la 64^ vittoria personale e un nuovo record: 41 vittorie ottenute partendo dalla pole, meglio di Schumacher fermo a 40.

Giù dal podio con la 4^ posizione e 27 secondi di ritardo dal leader Sebastian Vettel, fino al giro 42 sui 66 previsti secondo e poi “affondato” dalla strategia su due soste della Ferrari nel momento della virtual safety-car causata dalla rottura del motore della Force India di Ocon. Mercedes e Red Bull hanno optato per la sosta unica. Non che Seb e la Rossa ne avessero per tenere il ritmo indiavolato di Hamilton, ma la doppia sosta ha solo complicato la gara facendo perdere a Vettel due posizioni e punti importanti. Ancor più importanti considerato il secondo zero stagionale per Kimi Raikkonen, costretto al ritiro al giro 25 per una perdita di potenza alla power-unit (da capire ancora le cause).

Quinta posizione per Daniel Ricciardo (autore del giro più veloce in 1’18”441), seguito da un ottimo Kevin Magnussen che porta la Haas in sesta posizione mentre il compagno di scuderia Romain Grosjean prosegue nel suo periodo nero: al primo giro va in testa coda e nel folle tentativo di restare in pista viene centrato in pieno da Hulkenberg e Gasly, causando l’uscita in pista della safety-car. Chiudono la top ten Sainz, Alonso, Perez e Leclerc, con il monegasco della Alfa Romeo Sauber per la seconda gara consecutiva a punti. Con la vittoria nel Gran Premio di Spagna 2018 Lewis Hamilton inizia a guadagnare margine nella classifica piloti: con 95 punti si tiene dietro Vettel a 78, Bottas a 58 e Raikkonen a 48.

press conference F1 Spain 2018

Ecco le parole dei protagonisti al termine della gara. Lewis Hamilton: “Non avrei potuto fare nulla senza questo team fantastico, ha fatto un lavoro straordinario. Oggi ho sentito quella sinergia con la macchina che quest’anno non avevo ancora sentito. È una bella ripartenza per noi, dobbiamo continuare a mettere pressione (alla Ferrari, ndr). Una bella doppietta da parte della Mercedes, è quello a cui putiamo dall’inizio della stagione. Ed è bellissimo rivedere questa forza all’interno del team, speriamo di continuare così”.

Valtteri Bottas: “Puntavo alla vittoria, però per il team oggi è stata una gara molto solida. Abbiamo avuto una macchina fantastica e la squadra è stata davvero molto reattiva a livello di strategia con una sola sosta. Dobbiamo continuare così, le vittorie arriveranno anche per me”. Max Verstappen: “Qui è difficile passare ma siamo riusciti a restare davanti. Un po’ di fortuna con Kimi che si è ritirato, a livello di degrado siamo andati molto bene e la macchina è stata facilmente gestibile”.

Sebastian Vettel: “Il secondo pit-stop? Le nostre gomme non duravano come duravano agli altri. Ho faticato un po’ con le gomme, forse il cambiamento (gli 0,4 mm delle gomme Pirelli che stanno generando tante polemiche, ndr) ha avuto un impatto più negativo su di noi che sugli altri. È andata così, di sicuro le gomme sono state diverse per noi questo weekend”.