ROSBERG-BELGIO (FILEminimizer)

Il terribile, devastante uragano Patricia che ha investito le coste del Pacifico del Messico al confine con gli Stati Uniti d’America ha raggiunto seppure con avanguardie dagli effetti meno micidiali anche il Texas. La leggera pioggia di stamane alla quale era seguita una illusoria schiarita nel pomeriggio si è trasformata in un temporale con scrosci di pioggia e fulmini in sequenza che ha costretto il direttore di gara ad annullare la seconda sessione di prove libere. Il programma ridotto, quindi, continuerà domani con la terza sessione di prove libere in mattinata e le qualifiche nel pomeriggio. Ma secondo le previsioni le condizioni del tempo non miglioreranno. Anzi. Sicchè è probabile che il week end del Gran Premio degli Stati uniti, terzultima gara della stagione di F1, verrà stravolto: potrebbero essere annullate anche  le libere 3 e le qualifiche rinviate a domenica mattina poche ore prima del via previsto alle ore 2 ora di Austin.

La giornata di venerdì si è ridotta quindi alla sessione di prove libere del mattino che si sono svolte su pista bagnata che man mano è andata asciugando. La classifica che ne è scaturita può essere presa in considerazione per quel che può valere nelle condizioni generali che la gara nordamericana è costretta ad affrontare.

Il più veloce stamane a conclusione dell’ora e mezza a disposizione è stato Nico Rosberg che ad Austin domenica cercherà di evitare che Lewis Hamilton chiuda il discorso iridato con tre gare d’anticipo. Il tedesco, che è riuscito a fare 6 giri, ha portato la Mercedes n. 6 a compiere i chilometri 5,500 in 1’53″989, molto distante da tutti gli altri che hanno comunque girato con lo stesso impegno quasi si trattasse della gara.
Secondo Daniil Kvyat a 1”235 la cui Red Bull è stata seguita da quella del compagno di squadra Daniel Ricciardo, terzo a 1”603. Quarto Carlos Sainz con la Toro Rosso a 1”678 e quinto Lewis Hamilton a 1”704.
La Ferrari che ha cambiato la quinta power unit su entrambi le monoposto che quindi scaleranno 10 posizioni in griglia, ha ottenuto il sesto posto con Sebastian Vettel a 1”721 e l’ottavo con Kimi Räikkönen a 2”337. Tra i due la Toro Rosso di Max Verstappen a 1”980. Nono Fernando Alonso con la McLaren a 2”850 e decimo Valtteri Bottas con la Williams a 2”877.

NO COMMENTS

Leave a Reply