Negli ultimi tre anni la lotta per il titolo piloti è stata un affare Mercedes. Grazie alle monoposto velocissime realizzate dallo staff tecnico guidato da Aldo Costa e dal capo del reparto motori Andy Cowell, Lewis Hamilton Nico Rosberg non hanno avuto rivali, col primo che ha trionfato nel biennio 2014-2015 e il tedesco che è riuscito a salire sul tetto della Formula 1 nella passata stagione.

Alla luce della vittoria di Vettel nel GP d’Australia, è evidente che la Mercedes ha trovato nella Ferrari un temibile avversario. Hamilton ne è consapevole, tanto che ha dichiarato di ritenere molto più difficile la lotta contro Vettel e la Ferrari rispetto a quella con Rosberg delle ultime tre stagioni.

“Sicuramente è più dura ora – ha risposto Hamilton alla stampa inglese che gli chiedeva se Vettel e la Ferrari fossero rivali più pericolosi rispetto a Rosberg -. Penso che quest’anno stiano lottando per il vertice i piloti più forti. Sarebbe bello avere anche Fernando Alonso, ma a quanto pare non accadrà a breve. Adesso al top abbiamo Vettel, che è un quattro volte campione, continua a essere forte anche adesso e di sicuro lo sarà per molti anni. Sono felice di poter lottare contro di lui e la Ferrari. È una cosa molto bella. Tra me e Vettel ci sono state poche lotte per il primo posto, ma posso dire che tra noi c’è sempre stato rispetto. Sono sicuro che questo rispetto aumenterà ancora col tempo”.

TOTO WOLFF: “SORPASSI IMPOSSIBILI”

hamilton-mercedes-melbourne-2017-800x533

Per un Hamiltion preoccupato da Vettel e dalla Ferrari, un Toto Wolff preoccupato dalla difficoltà dei sorpassi. Il nuovo regolamento, infatti, ha sicuramente portato la Formula 1 ad avere monoposto molto più veloci e dal look più aggressivo, ma il rovescio della medaglia è la maggior difficoltà dei piloti in fase di sorpasso. Le nuove vetture creano molte più turbolenze rispetto a quelle del triennio 2014-2016, perciò in caso di duello il pilota che sta dietro fatica a stare attaccato a quello che lo precede. La miglior efficienza in frenata delle F1 2017 è un ulteriore fattore che rende complicato il sorpasso.

“Amo le nuove macchine e osservare gli on-board dà sensazioni fantastiche – ha dichiarato Toto Wolff al sito ufficiale della Formula 1 –. È strabiliante vedere quanto ha spinto al limite Hamilton nel giro che gli è valso la pole position. Questo è ciò che volevamo raggiungere con le nuove regole. Purtroppo però il tasto dolente sono i sorpassi: con queste macchine sono molto difficili. Può essere che anche la pista di Melbourne abbia contribuito ad accentuare il problema. Magari, correndo su circuiti dove l’effetto del DRS aumenta la situazione potrà migliorare”.

Anche Hamilton, che ha perso il GP d’Australia per l’impossibilità di attaccare Verstappen nonostante avesse gomme con 17 giri in meno sul groppone, è d’accordo: “Non è mai stato così difficile stare incollati alle macchine che ti precedono. Ho preso Verstappen facilmente, perché avevo più ritmo. Purtroppo anche incollandomi a lui era impossibile superarlo. Con queste macchine i sorpassi sono quasi impossibili, sono un’impresa”.