Il sorpasso di Max Verstappen ai danni di Kimi Raikkonen nelle ultime curve del Gran Premio degli Stati Uniti ha lasciato strascichi non indifferenti. A termini di regolamento, il pilota Red Bull è da penalizzare per aver tagliato di netto la curva. Questa manovra lo ha agevolato nel sorpasso su Kimi e di conseguenza i commissari di gara hanno deciso di sanzionarlo.

Max non le ha di certo mandate a dire, ma a rincarare la dose ci ha pensato suo padre, Jos Verstappen, che su Twitter, con un’uscita senza mezzi termini, ha dichiarato:

Che vergogna, tutto questo è uno schifo. Max ha preso una penalità per aver tagliato la linea bianca, ma non è stato fatto a nessun altro nel weekend.

Dopodiché, il buon Jos pubblica una foto con il logo della Fia e la scritta “Ferrari International Assistance”. Un attacco duro della famiglia Verstappen nei confronti del mondo della Formula 1.

Il più giovane Max non aveva certo perso tempo, commentando così l’episodio a fine gara: “È una vergogna. Questo perché ci sono degli stewards idioti che prendono sempre decisioni contro di me. In gara tutti hanno tagliato le curve senza che nessuno dicesse o facesse qualcosa, ma io mi ritrovo con una penalità di 5 secondi e un punto di penalità sulla patente. Perché? La gente sugli spalti e a casa ama questo tipo di azioni, non possiamo privare il nostro sport anche di queste cose. Privare un pilota del podio non è un gesto che si può apprezzare, spero davvero che l’anno prossimo non venga nessuno qui, perché quello che è successo non ha nulla di sportivo. La regola dice che non puoi protestare, fare appello contro le loro decisioni, così i commissari si sentono liberi di fare quello che vogliono”.

Toro Rosso: Kvyat di nuovo a piedi

Daniil Kvyat non correrà il Gran Premio del Messico in programma domenica 29 ottobre. Il pilota russo sotto contratto con la Toro Rosso, dopo aver lasciato il posto a Gasly in Malesia e Giappone, è tornato per sostituire Sainz a Austin. Il compagno di Kvyat per la gara a texana è stato Brendon Hartley, chiamato a sostituire Gasly impegnato nella Super Formula (gara che non ha mai corso perché annullata per maltempo).

In Messico, però, la coppia di piloti Toro Rosso sarà composta da Gasly e Hartley. Tutto questo perché, probabilmente, la Toro Rosso alternerà i tre piloti da qui sino alla fine del campionato per capire chi saranno i due titolari per il prossimo anno. Certo, per Kvyat non è un periodo esaltante. Specialmente dopo la buona prova di Austin. Riuscirà il russo di Roma a restare in Formula 1? Al momento è più no che sì, ma con la famiglia Red Bull mai dire mai.