F1 | Svelata la nuova Ferrari SF71H per il Mondiale 2018 [FOTO]

Ecco la novità di Formula 1 ammirata, nel primo pomeriggio, a Maranello, evoluzione del modello dello scorso anno. Ha un passo più lungo per trovarsi a proprio agio anche sulle piste più veloci del Mondiale.

Si chiama SF71H, la monoposto numero 64 concepita e realizzata dalla Ferrari. Sfoggia una livrea rossa da tramonto africano. Ecco la novità di Formula 1 ammirata, nel primo pomeriggio, a Maranello, evoluzione del modello dello scorso anno. Svela prese d’aria piccolissime, gomme Pirelli ancora più morbide delle ultra soft dello scorso anno. È protesa verso la stagione che scatterà il 25 marzo a Melbourne per il GP Australia. Ha un passo più lungo per trovarsi a proprio agio anche sulle piste più veloci del Mondiale. Si pensa ovviamente alla scalata della potenza massima, ora più ingarbugliata perché per i costruttori ci sarà un motore in meno da utilizzare e quindi l’affidabilità acquista importanza notevole ai fini dei risultati. I regolamenti hanno ridotto da 4 a 3 per quest’anno il numero dei motori V6 utilizzabili senza penalità nell’arco della stagione. Stesso numero
per turbocompressore ed il gruppo moto collegato al turbogeneratore mentre saranno solo due le centraline e le batterie a disposizione.

Come da copione, la presentazione è avvenuta online davanti a 400 tifosi. L’intero team ha espresso i primi giudizi sulla nuova monoposto. Vettel e Raikkonen l’hanno giudicata bella ed entrambi sono smaniosi di sedersi al volante. Il pilota tedesco ha giudicato la seduta della vettura buona anche se leggermente diversa. Poi ha aggiunto: “Credo sia una giornata speciale oggi”. Il finlandese ha detto che è stato fatto un enorme lavoro per integrare al meglio il brutto (ma importante per la sicurezza) Halo che protegge la testa del pilota. C’è tanto lavoro dietro, tanta fatica ma anche eccitazione e contentezza. Ora Vettel e Raikkonen cercheranno di riportare in Italia il titolo piloti che manca dal 2007. Entrambi cercheranno di strappare il Mondiale ai rivali della Mercedes. Il team manager Maurizio Arrivabene ha riferito “che c’è stato uno spirito importante nella realizzazione di questa monoposto e che è un pezzo d’eccellenza del made in Italy. È diversa dalle altre perché è nata a Maranello”. Binotto ha confermato “che il passo è più lungo”.

All’evento erano presenti il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, e Piero Ferrari, il figlio del Drake. Il muso è inedito e sembra restringersi in punta. Proprio lì si scorge uno spazio ancora bianco, riservato allo sponsor principale Philip Morris. Poi la presenza del Quadrifoglio Verde Alfa Romeo sul cofano motore. Non è passata inosservata una “gabbia” sistemata davanti all’abitacolo. Estremizzato al massimo la collocazione dei radiatori mentre la parte posteriore della vettura con il disegno detto a Coca-Cola appare più stretto. L’interasse è stato modificato, le sospensioni sono state aggiornate. Ora la nuova Ferrari verrà trasferita sul Circuit de Catalunya, a Barcellona, dove domenica 25 è previsto un filming day prima dell’inizio, lunedì 26, dei test. La prima sessione durerà fino a giovedì 1 marzo, la seconda dal 6 al 9 marzo con Vettel e Raikkonen.

SHARE
Vincenzo Bajardi
Giornalista professionista, ha mosso i primi passi nello storico giornale “L’Ora” di Palermo. Ha collaborato con La Sicilia, Autosprint, La Gazzetta dello Sport, il Guerin Sportivo. Per 28 anni responsabile pagina motori del Corriere dello Sport, ha scritto gli speciali auto di Repubblica e attualmente collabora con La Sicilia, La Gazzetta del Mezzogiorno, Sicilia Motori, Italpress e AutoMotoNews.