F1 Test Barcelona 2016 rosberg

Secondo e ultimo turno di quattro giorni di test pre-campionato sul Catalunya e come nel primo Mercedes ancora con le carte “truccate”. Oggi, primo giorno, hanno girato entrambi i piloti a differenza degli altri team.

Stamane Nico Rosberg con le soft ha fatto 82 giri il più veloce in 1’23”022 ad appena 2 decimi dall’1’22″810 spiccato da Vettl nel primo turno ma con le super-soft. Nel pomeriggio Lewis Hamilton di giri ne ha fatti 88 disinteressandosi del giro veloce ma curando ancora la simulazione gara. Sesto tempo per il tre volte campione del mondo, 1’25”051.

La giornata si è conclusa con un paio di sorprese. La Williams di Valtteri Bottas, che ha portato a termine ben 123 giri, ha chiuso al secondo posto con 1’23”229 ad appena 207 millesimi dalla vettan di giornata. La McLaren di Fernando Alonso che stamane si è improvvisamente “ammutolita” in fondo alla corsia box facendo esporre le bandiere rosse e facendo temere un altro amaro indigesto, nel pomeriggio ha completato 92 giri con un crono di 1’24”735 che gli è valso il terzo posto a 1”713 da Rosberg.

Secondo per tutta la mattinata, Kimi Raikkonen oggi alla guida della Ferrari dopo 71 giri ha concluso al quarto posto, con le gomme medium, in 1’24”836 (+1”814). La Ferrari si è concentrata sul lavoro aerodinamico e una serie di cambiamenti di set-up, ma sé stata costretta a fermarsi alla fine della corsia box con un problema di selezione delle marce. L’SF-16H è rimasta in garage fino agli ultimi 90 minuti quando Kimi è gtornato in pista ed ha percorso altri 29 giri.

Quinto Daniil Kvyat stamane vittima di un principio d’incendio all’impianto frenante della Red Bull che ne ha limitato l’attività: 69 giri, 1’25”049 (+2”027). Il record dei giri nel primo giorno lo ha fatto registrare Max Verstappen, 144, settimo posto con la Toro Rosso in 1’25”176 (+2”154). Ottavo Nico Hulkenberg, 121 giri con la Force India, 1’25”336 (+2”314).

Nono Felipe Nasr. Il pilota brasiliano con la nuova Sauber finalmente al debutto ha portato a termine 103 giri, 1’25”493 (+2”471). Decimo dopo 119 giri di fatica autentica nel tentativo di cavare qualcosa di più dalla power unit Tag Heuer, Kevin Magnussen, 1’25”760 (+2”738). Undicesimo con appena 23 giri a causa di un problema al sistema di alimentazione, Esteban Gutiérrez con la Haas in 1’26”661 (+3”639).

Dodicesimo e ultimo Rio Haryanto. Il pilota indonesiano stamane è stato fermato da una perdita d’olio della Manor e solo nel pomeriggio ha potuto girare portando a termine 45 giri.

Dal Salone di Ginevra arriva l’ammonimento dell’.a.d. della Ferrari, Sergio Marchionne.

“La Ferrari sarà competitiva, ma non mi fido della Mercedes: fanno troppi i cauti, quando sono così c’è da preoccuparsi. Hanno fatto tanti giri in pista, il giro del mondo in quattro giorni. La nostra power unit e la vettura sono abbinati bene. I piloti sono contenti, anche se c’è ancora tantissimo lavoro da fare, ho la speranza che riusciremo a riportarla in prima fila già al primo gran premio. Noi ce la stiamo mettendo tutta, è stato fatto un grandissimo lavoro, la macchina è affidabile e gira, il motore va bene. Io, voi e tutti i santi che conosco dobbiamo sperare”, Sergio Marchionne.

TEMPI E CLASSIFICA DELLA PRIMA GIORNATA DI TEST

1. Nico Rosberg – Mercedes – 1’23”022 – 82 giri
2. Valtteri Bottas – Williams – 1’23”229 – 123
3. Fernando Alonso – McLaren – 1’24”735 – 92
4. Kimi Raikkonen – Ferrari – 1’24”836 – 71
5. Daniil Kvyat – Red Bull – 1’25”049 – 69
6. Lewis Hamilton – Mercedes – 1’25”051 – 89
7. Max Verstappen – Toro Rosso – 1’25”176 – 144
8. Nico Hulkenberg – Force India – 1’25”336 – 121
9. Felipe Nasr – Sauber – 1’25”493 – 103
10. Kevin Magnussen – Renault – 1’25”760 – 119
11. Esteban Gutiérrez – Haas – 1’26”661 – 23
12. Rio Haryanto – Manor – 1’26”675 – 45