Il presidente Marchionne non si accontenterà. Dopo tutto si tratta del primo giorno di quattro nell’arco dei quali i team della F1 2016 affronteranno i test pre campionato che poi saranno completati dall’1 al 4 marzo. Stesso circuito di oggi, il Catalunya, teatro del Gran Premio di Spagna in calendario il 15 maggio, quinto della stagione che prenderà il via il 20 marzo a Melbourne.

Sui chilometri 4,655 del circuito catalano, con 16 curve (9 a destra 7 a sinistra), la Ferrari SF16-H oggi guidata da Sebastian Vettel (domani toccherà a Kimi Räikkönen) è stata la più veloce della giornata d’esordio. 1’24”939 il tempo spiccato nel turno mattutino e rimasto imbattuto per tutta la giornata cominciata alle 9 con la pista umida che man mano si è asciugata.

La Mercedes F1 W07 Hybrid nella giornata d’esordio affidata al tre volte campione del mondo Lewis Hamilton si è dovuta accomodare al secondo posto con ben 470 millesimi di distacco (1’25”409, fatto anch’esso stamane).

A favore dell’iridato inglese in carica c’è il fatto ch’egli ha effettuato ben 156 giri, contro i 69 di Vettel, il che significa che oggi la Mercedes F1 W07 Hybrid ha fatto 726,180 chilometri equivalenti a due gran premi col resto di qualcosa tenuto conto, ad esempio, che il Gran Premio di Spagna si corre su 66 giri pari a chilometri 307,104.

Per l’alternanza domani toccherà a Nico Rosberg e vedremo se il team di Stoccarda dopo la prova di forza di oggi punterà al giro veloce.

Dopo essersi dedicati alle brevi cerimonie per presentare le rispettive monoposto anche gli altri nove team che prenderanno parte al mondiale hanno affrontato la prima giornata di lavoro che per la Red Bull Tag Heuer RB 12 dopo 87 giri si è conclusa col terzo posto di Daniel Ricciardo (domani toccheràa a Daniil Kvyat) con 1’105 dalla Ferrari ma posizione importante perché l’australiano nel pomeriggio è riuscito a fare scendere dal podio del primo giorno Valtteri Bottas il quale con la Williams Mercedes FW38 dopo 80 giri è finito al quarto con 1”152 di distacco.

Zitto zitto cacchio cacchio la terza guida della Force India Mercedes VJM09, il messicano Alfonso Celis, dopo 58 giri è risalito fino al quinto posto a 1”359, posto strappato nel finale a Jenson Button ed alla McLaren Honda MP4-31 che dopo 84 giri hanno concluso sesti a 1”796. In attesa di Fernando Alonso che scenderà in pista oggi.

Settimo Carlo Sainz Junior, 55 giri, con la Toro Rosso Ferrari STR11 a 2”241; ottavo Marcus Ericsson, 88 giri con la Sauber Ferrari C34 del 2015 a 2”616; nono il new entry Pascal Wehrlein, 54 giri con la Manor Ferrari MRT05 a 3”353; decimo Romain Grosjean, appena 31 giri con la debuttante Haas Ferrari VF-16 a 3”460 (eccesso di zelo, fuori pista, bandiere rosse, ala anteriore persa sul rettilineo principale); undicesimo e ultimo Jolyon Palmer con la subentrante Renault RS 16 alla Lotus che ha effettuato 37 giri con un flop d’esordio quantificato in 6”412 di distacco.

I TEMPI DEL PRIMO GIORNO DEI TEST F1 2016

1. Sebastian Vettel – Ferrari – 1’24”939 – 69 giri
2. Lewis Hamilton – Mercedes – 1’25”409 – 156
3. Daniel Ricciardo – Red Bull – 1’26”044 – 87
4. Valtteri Bottas – Williams – 1:26.091 – 80
5. Alfonso Celis – Force India – 1’26”298 – 58
6. Jenson Button – McLaren – 1’26”735 – 84
7. Carlos Sainz – Toro Rosso 1’27”180 – 55
8. Marcs Ericsson – Sauber – 1’27”.555 – 88
9. Pascal Wehrlein – Manor – 1’28”292 – 54
10. Romain Grosjean – Haas – 1’28”399 – 31
11. Jolyon Palmer – Renault – 1’29”356 – 37