La Ferrari si conferma in gran forma. Dopo la Festa Rossa con la doppietta di Vettel e Raikkonen nel GP d’Ungheria di domenica scorsa, nella prima delle due giornate di test all’Hungaroring la SF70-H è stata ancora una volta la monoposto più veloce, ma stavolta al volante c’era Charles Leclerc.

In attesa di Vettel e Raikkonen che scenderanno in pista domani, il leader del campionato di F2 ha realizzato la miglior prestazione in prossimità della bandiera a scacchi, fermando il cronometro sul tempo di 1’17”746 con gomme soft e precedendo di 88 millesimi Stoffel Vandoorne, che però aveva realizzato il proprio miglior crono con ultra soft. Da segnalare anche che il pilota della McLaren ha perso molte ore di lavoro per problemi tecnici.

Terzo tempo di giornata per la Mercedes di Valtteri Bottas, staccato di quasi un secondo da Leclerc, ma comunque concentrato più su prove di comparazione fra diversi assetti e sui long-run. Bottas si è contraddistinto inoltre come stakanovista di giornata, con ben 155 giri a referto.

Quarto tempo per George Russell, il leader della GP3 Series sceso oggi in pista al volante della Mercedes con un casco simile a quello di Michael Schumacher. Giornata molto difficile, invece, per la Red Bull di Max Verstappen (11°), che ha potuto compiere solo 58 tornate dopo aver accusato problemi al motore.

@F1.com
@F1.com

L’attenzione, però, oggi era tutta per lui. Charles Leclerc, che dopo 98 giri al volante della SF70-H nel caldo infernale dell’Hungaroring commenta così la sua giornata: “Guidare una Ferrari non è mai un’esperienza ‘normale’. Mi sono sentito come se fosse stata la prima volta che guidavo una macchina da corsa. È un grande onore che mi è stato concesso, e ringrazio con tutto il cuore la Ferrari per questa opportunità”.

“Sono contento del lavoro che ho svolto – ha continuato il giovane pilota monegasco della Ferrari Driving Academy e spero lo sia anche la squadra. Guidare la SF70H mi ha dato sensazioni fantastiche, per me che vengo dalla F2 è un altro mondo. Era la prima volta che guidavo una Formula 1 con gomme larghe e questo carico aerodinamico, ed è stato un feeling incredibile”.

“Anche il lavoro ai box mi ha fatto crescere – ha concluso Leclerc –. In Ferrari ci sono gli ingegneri migliori del mondo e con loro mi sono trovato benissimo. Il miglior tempo è una soddisfazione, ma nei test ha un’importanza relativa. Posso andare in vacanza contento, ma adesso voglio concentrarmi sulla seconda parte della stagione F2. La Formula 1 per adesso è solo un sogno. Devo lavorare ancora, lo so: un passo alla volta”.

@F1.com
@F1.com

Domani la seconda e ultima giornata di test. In pista ci sarà anche Robert Kubica, già apparso oggi ai box catalizzando letteralmente l’attenzione di stampa e addetti ai lavori. Di seguito, tutti i tempi di oggi.

1501604222229