Fiorano – La pioggia e il freddo non gli hanno agevolato il compito ma lui, Sebastian Vettel, non vedeva l’ora di mettersi al volante di una Ferrari, seppure la F2012 con motore aspirato completamente diversa dalle monoposto con unit power utilizzate quest’anno. Tuta rossa e casco bianco, su un lato in rosso c’è scritto  “il mio primo giorno in Ferrari 29-11-2014”, il  quattro volte campione del mondo è sceso in pista poco dopo le 10:00, ha fatto sette giri, è rientrato al box per poi rimettersi a girare intorno alle 11:00. Alle 13:00 pausa pranzo e alle 14:20 nuovamente in pista per dei long run. Alle 16:30 fine della giornata lavorativa.
Solo una presa di… possesso perché Sebastian non deve dimostrare nulla a nessuno. Un aprima giornata di ambientamento con tecnici che non conoscese e con i quali dovrà convivere e lavorare nper i prossimi anni.
Vettel ha fatto complessivamente cento giri riuiscendo a fare un crono dentro 1″00. Meglio di Alonso e addirittura di Schumacher che al primo  giorno a Fiorano è uscito fuori pista andando a sbattere contro le barriere.
Vettel domani  sarà tutto il giorno in fabbrica a Maranello per provare al simulatore la F14 T.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.