Nella giornata conclusiva della "due giorni" Sebastian Vettel ha girato in 1’06”750 precedendo di 83 millesimi la Red Bull di Daniil Kvyat e di 1” la McLaren la McLaren di Stoffel Vandoorne (nel primo giorno secondo alle spalle di Daniel Ricciardo. Kimi Räikkönen si era classificato terzo).

f1 test pirelli 2016

L’obiettivo di Pirelli era quello di raccogliere dati per aiutare a sviluppare la gomma da bagnato estremo testando diverse combinazioni di mescola e battistrada sui pneumatici prototipo per ridurre al minimo l’aquaplaning e aumentare i livelli di grip. Missione compiuta.

Sul circuito bagnato artificialmente del Paul Ricard, in versione ridotta da 3,8 chilometri invece che 5,8, Ferrari, Red Bull e McLaren, i tre team chiamati in causa nei due giorni di test, hanno consentito ai tecnici del produttore italiano di acquisire i dati necessari.

I tempi non avevano alcuna importanza ovviamente, ma i team non li hanno persi di vista. La Ferrari ha chiuso la due giorni con il migliore crono portato a casa da Sebastian Vette, che oggi ha sostituito alla guida della Rossa Kimi Räikkönen il quale ieri aveva chiuso la giornata col terzo tempo preceduto da Daniel Ricciardo con la Red Bull e da Stoffel Vandoorne con la McLaren. Ricciardo con le full-wet a fine giornata aveva spiccato il migliore tempo di 1’08”713 precedendo di 418 millesimi Vandoorne di di 924 millesimi Iceman.

test f1 pirelli 2016

Oggi Vettel con 1’06”750 ha ritoccato di ben 1”963 il crono dell’australiano. In 1’06”833 ha girato anche Daniil Kvyat che ha sostituito Ricciardo, quindi secondo ad appena 83 millesimi dal quattro volte campione del mondo. Da parte sua Vandoorne si è classificato terzo con 1’07”750.

I test ufficiali dei team si svolgeranno a Barcellona sul Circuito de Catalunya dal 22 al 25 febbraio e continueranno sullo stesso circuito dall’1 al 4 marzo alla vigilia del via della stagione che scatterà il 20 marzo in Australia.

NO COMMENTS

Leave a Reply