Pietra Ligure – Robert Kubica è stato ricoverato all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure per le ferite riportate in un incidente in una gara di rally. Al pilota polacco, 26 anni, sono stati riscontrati fratture multiple a mano, braccio e gamba destra. Preoccupano le condizioni della mano destra rimasta spappolata e in condizioni molto compromesse. Il professor Igor Rossello del Centro regionale di chirurgia della mano ha operato il pilota. Dopo sette ore di intervento, il professor Rossello ha detto di essere moderatamente ottimista. La mano del pilota, parzialmente tranciata, è stata rivascolarizzata e le fratture sono state ricomposte. Ci vorranno alcune settimane per capire se l’arto, dal punto di vista neurologico e vascolare, sarà in grado di tornare alla completa funzionalità. E’ certo, comunque,  che la Renault si trova senza il suo pilota di punta per la stagione che comincerà il 13 marzo in Bahrain e dovrà per forza cercare un sostituto da affiancare a Petrov. La scelta dipenderà dai tempi di recupero di Kubica. Se dovesse farcela in pochi mesi allora potrebbe essere sostituito dal pilota di riserva Grosjean, che piace tanto al team principal Boullier. Nel caso in cui Kubica dovesse saltare l’intera stagione allora è probabile che la Renault cerchi un pilota più esperto. Potrebbe tornare di attualità Kimi Raikkonen, anche se il finlandese si era indispettito quando disse che la trattativa con la Renault serviva solo al team francese per farsi pubblicità. Il campione del mondo 2007 è iscritto al prossimo mondiale rally nel quale disputerà dieci gare con un team suo privato.
L’incidente nel quale si è trovato coinvolto il pilota della scuderia Lotus Renault F1 si è verificato nella gara di rally “Ronde di Andora” (vi partecipano 115 equipaggi) alla quale stava partecipando al volante di una Skoda Fabia. Su un falsopiano a 4,6 chilometri dallo start della Ronde, in località San Lorenzo nel comune di Testico, l’auto a causa anche dell’asfalto viscido per la pioggia è uscita di strada a velocità sostenuta girandosi di 80 gradi ed è finita con la fiancata sinistra contro la cuspide del guard rail che è penetrata nell’abitacolo sfondando il finestrino e lesionando i piantoni del roll-bar. L’auto si è poi schiantata contro il muro di una chiesetta. Il  navigatore di Kubica, Jacub Gerber, è uscito illeso dalle lamiera contorte della Skoda, Kubica è rimasto cosciente  ma imprigionato all’interno dell’abitacolo. I soccorsi sono scattati immediatamente, il pilota polacco è stato estratto dalle lamiere ed è stato trasferito con l’elicottero dei vigili del fuoco di Genova all’ospedale Santa Corona. La Skoda Fabia è stata posta sotto sequestro per consentire accertamenti tecnici: l’autorità giudiziaria vuol accertare se alla base dell’incidente c’è stato un guasto o un problema di origine meccanica.
Verso le ore 19:00 in ospedale è arrivato Fernando Alonso per conoscere direttamente le condizioni dell’amico polacco mentre sono attesi anche il padre e la fidanzata di Robert Kubica.
Kubica con la Lotus Renaul nei giorni scorsi aveva fatto il giro veloce nella giornata conclusiva dei test che i team di F.1 hanno effettuato a Valencia. Il 10 giugno 2007 era uscito illesso da uno spettacolare incidente verificatosi  nel corso del Gran Premio del Canada sul circuito dell’isola di Notre Dame. Kubica al 27mo giro stava tentando di sorpassare una Toyota in una fase convulsa della gara, dopo l’entrata ai box della safety car, sul percorso successivamente all’incidente del pilota Spyker Sutil. La Bmw del pilota polacco ha toccato le ruote di una  Toyota; Kubica il controllo della sua auto e finito fuori pista iniziando un pericoloso volo. L’auto ha urtato prima la Toro Rosso di Speed (già ferma dai primi giri, parcheggiata a bordo pista), poi frontalmente le barriere per ribaltarsi successivamente diverse volte a gran velocità sul tracciato e terminando la sua corsa contro il guad rail. La vettura è risultata quasi completamente distrutta: intatta solo la barra e la cellula di sicurezza, dove il pilota era alloggiato. Si era temuto per diversi minuti per la vita del pilota, che non si muoveva nei secondi immediatamente successivi all’incidente. Pronti i soccorsi, che hanno liberato Kubica dalla vettura e lo hanno trasportato al centro medico della pista. Kubica se l’è cavata con molte ammaccature e un frattura al piede.(ore 11:10. Aggiornata alle ore 17:00. Aggiornata alle ore 20:00. Aggiornata alle ore 21:45)