Jerez de la Frontera – Quindicimila tifosi venuti per godersi la Ferrari. E la festa sembrava potere andare in scena dal momento che fino ad un’ora dalla conclusione del terzo giorno di test in testa c’era proprio la Rossa di Fernando Alonso. Quando, a sorpresa, è venuto fuori la Renault condotta da Quick Manolesta, ovvero Nick Heidfeld, che ha spiccato un giro più veloce di 132 millesimi rispetto a quello di Alonso. Sorpresa mica tanto. Perché Heidfeld doveva, e lo ha fatto, chiudere il conto con l’altro pretendente al volante dell’infortunato Robert Kubica, il brasiliano Bruno Senna, il quale dopo l’exploit del candidato-rivale tedesco avrà poco da sperare. Heidfeld ha impressionato anche per il buon passo, riuscendo a compiere 25 giri sull’1″23 con lo stesso treno di gomme. In molti ai box hanno stentato a crederci.  Il campione del mondo Sebastian Vettel, oggi sesto con la Red Bull, ad esempio, ha detto che con queste Pirelli al momento <<non è possibile fare più di 20 giri>>.
Fernando Alonso  ha fatto ben 131 giri, rendendo anche omaggio all’amico Kubica del quale ha esposto l’immagine sul casco. Alla fine della giornata lo spagnolo è sembrato soddisfatto: <<È molto importante poter fare tanti chilometri di seguito, senza avere problemi. Non dobbiamo pensare a quello che fanno gli altri, guardare il cronometro. Meglio rimanere concentrati su noi stessi. I primi conti li faremo in Bahrain fra un mese>>.
In generale i test di oggi sono stati da tutti i team dedicati a gomme, kers e ala mobile. Tutti tranne la McLaren che ha concluso poco con Lewis Hamilton fermo ai box per la mancanza di pezzi di ricambio e per un guasto ai freni. L’ex iridato non ha potuto fare più di 36 giri, ottenendo comunque il quarto tempo alle spalle dell’ancora efficace Michael Schumacher, terzo e ottimista.
Domani ultima giornata sul circuito andaluso. L’ultima tornata di test prima dell’inizio della stagione da venerdì prossimo a Barcellona.
I tempi di oggi.
1. Heidfeld (Ger-Renault) 1’20″361 (86 giri)
2. Alonso (Spa-Ferrari) 1’20″493 (131)
3. Schumacher (Ger-Mercedes) 1’21″054 (114)
4. Hamilton (GB-McLaren Mercedes) 1’21″099 (36)
5. Kobayashi (Gia-Sauber Ferrari) 1’21″242 (84)
6. Vettel (Ger-Red Bul Renault) 1’21″574 (98)
7. Buemi (Svi-Toro Rosso Ferrari) 1’21″681 (92)
8. Kovalainen (Fin-Lotus Renault) 1’21″711 (61)
9. Barrichello (Bra-Williams Cosworth) 1’22″227 (99)
10. Di Resta (GB-Force India Mercedes) 1’22″945 (64)
11. D’Ambrosio (Bel-Virgin Cosworth) 1’25″471 (72). (ore 18:30)