Barcellona – La pioggia, caduta per tutta la giornata intensa e a volte a scrosci temporaleschi, ha rovinato la giornata conclusiva dei test sul Montemelò. Il Circuit de Catalunya si è trasformato in un idroscalo e i team si sono guardati bene da tentare sortite rischiose. Le condizioni meteo sono state pessime sin dalle prime ore della mattina e sono rimaste tali anche nel primo pomeriggio, tanto che la Ferrari ha deciso di chiudere le attività con un anticipo di circa due ore sulla bandiera a scacchi. Fino a quel momento erano stati effettuati da Fernando Alonso solamente cinque giri non completi, utili solamente a fare qualche prova di partenza sul bagnato e a controllare la funzionalità della monoposto in condizioni estreme.
L’uomo pioggia è stato Nico Rosberg con la Mercedes e la monoposto tedesca ha potuto così concludere in testa le ultime due giornate (venerdì era toccato a Schumacher). Con 1’43″814 il giovane tedesco ha fatto meglio di mezzo secondo del venezuelano Pastor Maldonado con la Williams e di sette decimi Lewis Hamilton con la McLaren-Mercedes, gli altri due piloti a fare dei tempi. Presente anche la Hispania con la nuova F111 presentata venerdì ma il team spagnolo non ha girato perchè non sono arrivati in tempo gli ammortizzatori, bloccati in dogana. La nuova vettura, quindi, ddebutterà nelle prove libere di venerdì 25 marzo del Gran Premio d’apertura a Melbourne.  (ore 18:00)
I tempi di oggi
1. Nico Rosberg, Mercedes,1’43″814 (35 giri)
2. Pastor Maldonado, Williams,1’44″333 (23)
3. Lewis Hamilton, McLaren, 1’44″560 (33)
2. Fernando Alonso, Ferrari, senza tempo (5)
3. Michael Schumacher, Mercedes, senza tempo (5)