Suzuka – Nessun problema di contaminazione radioattiva per le squadre di Formula Uno che parteciperanno al Gran Premio del Giappone in calendario per il 9 ottobre sul circuito di Suzuka. Le assicurazioni sono state fornite da Masaru Unno, portovoce dell’ente organizzatore, in seguito ai dubbi sollevati dai piloti e dalle squadre. <<Suzuka è a 500 chilometri dalla centrale nuclare di Fukushima dalla quale si sono sprigionate le radiazioni dopo il terremoto e lo tsunami. Una distanza di sicurezza>, ha dichiarato Unno.
Anche Kamui Kobayashi, pilota giapponese del team Sauber, si è dichiarato tranquillo: <<Sono stato lì e sto bene. Andare a Suzuka darà sostegno al popolo giapponese e mi aspetto che la gente venga numerosa sul circuito>>. 
Telegrafico il boss del Circus, Bernie Ecclestone: <<Ci saremo!>>. (ore 18:15)