Non è la sigla di un robot venuto fuori da Star Wars ma può già fare compagnia a C1-P8. La nuova monoposto creata dal genio dell’aerodinamica Adrian Newey si chiama RB8. A livello “estetico”, sembra la migliore interpretazione dello “scalino” sul muso, che nel caso della Ferrari F2012 ha suscitato commenti (sempre a livello estetico!) negativi. Qui il muso e lo scalino sembrano nettamente più eleganti e affusolati, arricchiti da una “misteriosa” feritoia che ai primi giri in pista darà più indicazioni sulla sua utilità. Questa interpretazione del regolamento, insieme ai nuovi scarichi, dovrà dimostrarsi efficace in pista, dove la Red Bull lo scorso anno ha conquistato mondiale piloti e costruttori, con il record delle 12 vittorie su 19 GP ottenute dalla RB7.
<<Non domineremo il Mondiale>>. Queste le prime, prudenti, dichiarazioni del campione in carica Sebastian Vettel. <<Ci guarderemo indietro e penseremo che il 2011 è stato speciale – ha aggiunto Vettel -. Non si comincia una stagione con l’aspettativa di vivere un anno uguale a quello che è appena finito. Sarebbe sbagliato scendere in pista con l’idea di replicare il 2011, di balzare subito al comando e di staccare nettamente i rivali nel campionato. La verità è che un anno fa non ci aspettavamo ciò che poi si è effettivamente verificato. E quest’anno la situazione è la stessa>>.
La RB8, dice Vettel, è stata plasmata secondo le nuove regole che lasciano poco spazio alla fantasia dei progettisti. <<Ovviamente speriamo che la nostra macchina sia migliore di quella di tutti i rivali – ha aggiunto Vettel – ma sarà difficile. Credo che le monoposto saranno simili e che il gap sarà minore di quanto sia accaduto in passato. Quest’anno sarà molto, molto equilibrato. Se andasse diversamente, sarei molto sorpreso>>.
Ad alimentare l’ottimismo ci pensa però il team principal Chris Horner. <<La realizzazione della monoposto è andata in maniera fantastica, all’insegna della continuità in tutte le aree – ha detto Horner nella video-intervista diffusa sul web -. Abbiamo progettato la macchina in pochissimo tempo. Adrian non è mai stato famoso per la consegna dei progetti in anticipo, ma stavolta gli uomini del design, della produzione e degli altri dipartimenti coinvolti hanno fatto un lavoro fantastico. Siamo in grandissima forma in vista dei primi test, siamo prontissimi per la stagione, anche se non si può dare nulla per scontato. Di sicuro non sottovalutiamo la concorrenza, ma vogliamo assolutamente tenere i due trofei nella nostra bacheca>>.
Pronto e carico più che mai Mark Webber. <<Quando non si ottengono risultati sportivi coerenti con le aspettative – ha detto Webber riferendosi alla passata stagione – si ha sempre una gran voglia di ripartire e fare un lavoro migliore. Il gap aerodinamico è stato ridotto rispetto alle passate stagioni e questo mi carica. Mi sono allenato molto per la nuova stagione e non vedo l’ora di correre: poche parole e più fatti in pista.
Non è stata una stagione incredibile, ma nemmeno così malvagia. Sono finito terzo in classifica piloti, non lontano da Button. Ho concluso con dei buoni risultati e mi aspetto delle buone opportunità per questo 2012. Ogni gara è una sfida e quest’anno ancora di più>>.
La Red Bull affida la presentazione della RB8 ad un video emozionale di un minuto e mezzo, dove il ritmo di un battito cardiaco accompagna le prime immagini della monoposto e una voce recita “il domani è oggi”. La RB8 è pronta a stupire. (ore 16:00)
 
GUARDA IL VIDEO DELLA RED BULL RB8.