Iceman stupisce al debutto con la Lotus. Nel primo giorno di test a Jerez firma il giro veloce in 1’19’’670. In 75 giri, il finlandese precede Paul Di Resta (Force India, +0’’102) e Nico Rosberg (Mercedes, +0’’549). Quarto tempo per Mark Webber (Red Bull, +0’’826) davanti a Daniel Ricciardo (Toro Rosso, +1’’024) e Michael Schumacher (Mercedes, +1’’124). Settimo Kamui Kobayashi, che fa ben 106 giri con la Sauber e mette dietro di sé Jenson Button (McLaren, +2’’282) e Felipe Massa (Ferrari, +3’’145). I tanto attesi Alonso, Vettel e Hamilton sono stati a riposo.
Le gomme sono state una variabile chiave delle prestazioni in questo primo test. Per fare i rispettivi giri veloci, Raikkonen (1°), Webber (4°) e Button (8°) hanno montato pneumatici con mescola media, mentre Massa (9°) mescola dura.
<<Siamo soddisfatti – commenta la prestazione del Cavallino Nikolas Tombazis, capo designer della Ferrari -. Le aspettative sono aumentate e in generale direi che oggi siamo soddisfatti. Abbiamo un telaio nuovo, volevamo raccogliere dati per confrontarli con quelli ottenuti nella galleria del vento. Abbiamo proposto la configurazione più aggressiva, con molte novità. Qualcosa, tra quello che abbiamo provato, ci è piaciuto di più e qualcosa ci è piaciuto meno. La cosa più positiva è che i dati confermano quello che avevamo visto nella galleria del vento. E sono positivi anche i chilometri accumulati. Di negativo ci sono alcuni esperimenti che non hanno funzionato>>.
Glaciale come sempre Raikkonen, che non si stupisce più di tanto dei fan italiani che gli danno il bentornato. <<Perché ho ancora tanti fan? Dovreste chiedere a loro. Credo comunque per il fatto di aver vinto il mondiale con una squadra italiana, questo probabilmente aiuta. Ma ho tifosi in ogni parte del mondo e li ho sempre avuti anche prima di vincere il titolo. Quindi, non fa molta differenza>>. (ore 10:00)