Langley – Il quartier generale e le infrastrutture tecnologiche della Super Aguri a Leafield sono stati messi in vendita.

<<Viene offerta l’opportunità unica di entrare nel settore del motorismo sportivo al massimo livello, senza dover costruire l’operazione da zero. In termini di possibilità operative, un nuovo team potrebbe essere reso operativo per la stagione 2009 di Formula 1>>, si legge nel comunicato emesso dai responsabili della PKF Philip Long, Ian Gould e Brian Hamblin. La stessa azienda, ha anche partecipato alla liquidazione della Prost Grand Prix sette anni fa e all’amministrazione controllata della Arrows nel 2002.
Intanto la Honda ha diffuso, finalmente, un comunicato ufficiale nel quale esprime il proprio rammarico per il fallimento del team affiliato.
“Sin dall’inizio del 2008 sono state intavolate delle trattative con il Magma Group, una cordata di investitori che sembrava intenzionata a rilevare la Super Aguri – si legge nel comunicato – Nel corso di questi mesi la Honda ha messo sempre sul piatto il massimo impegno affinché l’affare si concludesse ma all’ultimo momento i negoziati si sono interrotti.
Aguri Suzuki, team manager della scuderia, ha deciso quindi di ritirare la propria squadra in quanto non in grado di trovare dei supporti finanziari che permettessero alla Super Aguri di divenire un team indipendente nel prossimo futuro.
Per la Honda si tratta sicuramente di un fatto rammaricante: vogliamo ringraziare gli sponsor, gli uomini e i tifosi che hanno seguito questo splendido sogno giapponese in Formula Uno>>. (ore 13:10)