Parigi – Confermato dalla Fia il calendario della stagione 2013 di F.1. A conclusione della  riunione del Consiglio Mondiale è stato diramato l’elenco delle 20 gare in programma, praticamente la stessa lista diffusa durante il week-end del Gran Premio di Singapore, con alcuni cambiamenti di date: Australia (17 marzo) e Malesia (24 marzo), restano in vigore come inizio di stagione, così il Brasile chiuderà la stagione l’11 novembre. L’unico Gran Premio che deve essere ancora completamente confermato è quello del New Jersey, a metà luglio, perché il contratto è stato messo in dubbio dal titolare dei diritti commerciali Bernie Ecclestone.
La stagione 2013 coprirà un arco di otto mesi con la consueta pausa estiva di un mese, che ancora una volta arriverà dopo il Gran Premio di Ungheria a fine luglio.
Il campionato è pronto a sbarcare anche in Thailandia. Il Paese asiatico si è infatti candidato per ospitare un Gran Premio a partire dal 2014: le trattative con la Fia e Bernie Ecclestone, il patron del Circus, sono già in status avanzato.
<<Escludo che possiamo incontrare difficoltà – ha dichiarato il ministro dello Sport, Chumpol Silpa-archa – C’è da definire il posto in cui far disputare la gara e siccome Bangkok non era perfetta, l’ipotesi migliore che sembra prendere piede è quella del circuito di Pattaya, località balneare a poco più di un’ora dalla capitale. Discuteremo delle varie possibilità e tra qualche settimana ne sapremo di più>>.
Ma il paradosso arriva dalla Grecia, Paese alla bancarotta. E’ stata sbloccata una sovvenzione di 28,9 milioni di euro per la costruzione di un circuito internazionale. La notizia è stata diffusa dal ministero dello Sviluppo. Il circuito sarà costruito nella zona di Xalandritsa, vicino alla città portuale di Patrasso. L’impianto costerà 94,6 milioni di euro e il viceministro dello Sviluppo, Notis Mitarakis, ha firmato i documenti per sbloccare le sovvenzioni!