Barcellona – In una giornata finalmente di sole, sorride la Mercedes, si preoccupa la Ferrari. Lewis Hamilton nel corso della mattinata ha fatto registrare con le gomme supersoft, ed evidentemente con pochissimo carburante in stiva, un tempone da brividi, migliore del tempo pole 2012: 1’20”558. Felipe Massa a 22 minuti dalla conclusione del sessione pomeridiana è stato costretto ancora una volta a fermarsi per un problema all’anteriore sinistro della Ferrari che ha addirittura causato il distacco del cerchione ed ovviamente della gomma. Poco prima aveva trovato lo spunto per fare il secondo giro migliore della giornata a più di 8 decimi da Hamilton L’uno e l’altro hanno anche svolto un proficuo lavoro in assetto e in funzione gara.
Non è entrato in scena, come da programma, Kimi Raikkonen fermato da problemi intestinali. In mattinata ha provato la terza guida, l’italiano Davide Valsecchi (16 giri e decimo in classifica generale), ma la Lotus ha preferito richiamare Romain Grosjean che è sceso in pista nel pomeriggio facendo 35 giri, simulando un mini gran premio e ottenendo l’11mo posto.
Ancora in avidenza sia sul passo gara sia sul giro veloce la Force India che ha ottenuto il terzo posto con Adrian Sutil a 1”069 dalla Mercedes ed ad appena 170 millesimi dalla Ferrari. La Williams ha fatto girare entrambi i piloti. In mattinata Pastor Maldonado, quarto tempo di giornata, nel pomeriggio Valtteri Bottas, sesto tempo.
McLaren non in buone condizioni. Sergio Perez ha fatto 94 giri col migliore tempo di 1’22”694, settimo posto. Da parte sua la Red Bull oggi pèer l’ultima volta con Mark Webber ha svolto un lavoro ridotto (55 giri) e una volta di più si è nascosta per non dare punti di riferimento alle rivali. Ottavo posto per l’australiano. Nono Jean-Eric Vergne con la Toro Rosso. Dodicesimo Julies Bianchi con la Marussia, 13mo Giedo van der Garde con la Caterham.
Domani giornata conclusiva. Ci sarà ancora bel tempo, la pista sarà ancora più gommata, ci saranno tutti i caposquadra e strategie a parte per alcuni, Ferrari compresa, potrebbero maturare gli elementi per capire a che puntoi sono veramente le monoposto in attesa di vederle all’opera già il 15 marzo con le prima prove libere del Gran Premio d’Australia, gara d’esordio della stagione 2013.

I TEMPI DELLA TERZA GIORNATA
1. Lewis Hamilton, Mercedes, 1’20”558 (106 giri)
2. Felipe Massa, Ferrari, 1’21”457 (90)
3. Adrian Sutil, Force India, 1’21”627 (109)
4. Pastor Maldonado, Williams, 1’22”305 (34)
5. Esteban Gutierrez, Sauber, 1’22”553 (98)
6. Valtteri Bottas, Williams, 1’22”613 (27)
7. Sergio Perez, McLaren, 1’22”694 (94)
8. Mark Webber, Red Bull, 1’23”116 (52)
9. Jean-Eric Vergne, Toro Rosso, 1’23”223 (110)
10. Davide Valsecchi, Lotus, 1’23”448 (16)
11. Romain Grosjean, Lotus, 1’23”482 (35)
12. Jules Bianchi, Marussia, 1’24”028 (67)
13. Giedo van der Garde, 1’24”520 (121)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.