Maranello – Kimi Raikkonen ritorna alla Ferrari. Manca solo l'ufficialità. Alla Red Bull al posto di Mark Webber va Daniel Ricciardo, un australiano esce un australiano (di genitori siciliani) entra. Iceman ritorna alla Ferrari, con la quale ha vinto il titolo iridato nel 2007, che ha lasciato a conclusione della stagione 2009. Kimi, con 27 gare consecutive a punti, è talmente allettante per la Ferrari da fare dimenticare il passato, dimenticanza che vale per la Rossa e per il pilota finlandese. Alla fine della terza stagione e dopo un mondiale vinto, il rapporto si frantumò. C'era da lasciare spazio all'arrivo di Alonso da un lato, c'erano i fastidi di Montezemolo per qualche atteggiamento di Raikkonen dall'altro. Il risultato fu il benservito a Kimi, pagato molto bene  dalla Ferrari, come da contratto, per tutto il 2010 che lui trascorse a fare i rally. <<E' stata una liberazione andare via e non mi manca nessuno>>, dichiarò Kimi Raikkonen, con la solita mancanza di diplomazia, non più tardi di un anno fa. Ma, come ha detto qualcuno "il tempo è galantuomo".
Felipe Massa andrà dove? Ancora non si sa. Per Fernando Alonso arriva un compagno scomodo. Uno che con la Ferrari il titolo mondiale lo ha vinto ed al quale nessuno potrà negare il bis. Probabilmente Fernando non si sentirà più la prima guida da privilegiare in gara.