Monza  – In occasione del Gran Premio d’Italia di Formula Uno Alberto Bombassei, presidente di Brembo, e Bernie Ecclestone, presidente della Formula One Management Limited (Fom), assegneranno il “Bernie Ecclestone Award 2013 by Brembo” a Niki Lauda, ex pilota austriaco di Formula Uno e attuale presidente non-esecutivo del team Mercedes Amg Petronas F1, per aver contribuito con leggendarie impfrese e capacità sportive e imprenditoriali alla storia della Formula Uno.
Niki Lauda, tre volte campione del mondo (1975, 1977 e 1984) ha disputato 177 gare, ottenendo 25 vittorie, 54 podi, 24 pole position. Dopo il ritiro dall’attività agonistica, e prima dell’impegno con il team Mercedes dal 2012, ha ricoperto vari ruoli in ambito motorsport: consulente per alcuni team, commentatore televisivo, scrittore e giornalista.
Brembo, presente in Formula Uno dal 1975, ha equipaggiato proprio la monoposto con cui Lauda vinse il campionato del mondo nel 1975.
In settembre, inoltre, uscirà nelle sale cinematografiche il film “Rush”, che racconta la rivalità sportiva degli anni Settanta tra Niki Lauda e James Hunt e contribuirà ad un’ulteriore diffusione della cultura della Formula Uno nel mondo.
Grazie al riconoscimento assegnato a Niki Lauda, Brembo porta il premio al di fuori dei confini italiani, ad un livello più internazionale. La consegna del premio, un impianto frenante di Formula Uno, è prevista domenica 8 settembre alle ore 12:00 circa nell'area hospitality della Formula One Management, all’interno del paddock del circuito di Monza, alla presenza di alcuni piloti di Formula Uno, oltre ai principali media internazionali.
Il premio internazionale “Bernie Ecclestone Award by Brembo” è nato nel 2011, in omaggio ai festeggiamenti dei 50 anni dell’azienda italiana. In quell’occasione, Alberto Bombassei, donò a Bernie Ecclestone un impianto frenante personalizzato con i colori della bandiera italiana. Nel 2012 il premio è stato assegnato a Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Ferrari Spa.
L’artistico e simbolico trofeo si pone l’obiettivo di premiare i meriti sportivi, artistici, morali, tecnici e imprenditoriali di personalità che si sono distinte nell’ambito delle competizioni, raggiungendo risultati d’eccellenza e contribuendo alla crescita della Formula Uno.
Sull’onda di questa idea, l’Azienda italiana leader nella realizzazione di impianti frenanti, assieme al presidente della Fom ha deciso di proseguire nell’assegnazione del riconoscimento, con l’obiettivo di farlo diventare un prestigioso riconoscimento internazionale a cadenza annuale.